Press
Agency

Pnrr. CC-Fs: siglato protocollo su legalità, ambiente e sicurezza sul lavoro

Per contrastare fenomeno infiltrazioni criminali, anche tramite controllo dei cantieri

L’Arma dei Carabinieri ed il Gruppo Fs Italiane hanno sottoscritto ieri presso la Scuola ufficiali Carabinieri di Roma, un protocollo d’intesa finalizzato ad avviare una collaborazione duratura e strutturata a tutela della legalità, del contrasto alle infiltrazioni criminali e della sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri delle opere infrastrutturali gestite dal Gruppo.

L’intesa siglata dal comandante dell’Arma dei Carabinieri generale CA Teo Luzi e dall’amministratore delegato del Gruppo Fs italiane Luigi Ferraris si colloca nel contesto degli investimenti previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e dal fondo nazionale complementare per la realizzazione ed il rinnovo di opere infrastrutturali e della flotta dei treni del Gruppo. Grazie a questo importante accordo verrà avviata una stretta collaborazione tra l’Arma dei Carabinieri e Ferrovie dello Stato italiane per garantire una più ampia attività di prevenzione e controllo, rafforzando le iniziative nelle quali il Gruppo Fs, anche attraverso le sue società controllate, è già impegnata.

"Il protocollo tra Arma dei Carabinieri e Gruppo Ferrovie dello Stato rappresenta un importante volano dal punto di vista della sicurezza sul lavoro e della tutela ambientale" ha sottolineato il generale Luzi. "Le professionalità dell’Arma, unitamente a quelle degli operatori del Gruppo Fs, da oggi collaboreranno ancora più in sinergia per salvaguardare questi due aspetti fondamentali per noi e per tutto il Paese".

Ferrovie dello Stato Italiane

"L’Arma dei Carabinieri ed il Gruppo Fs sono istituzioni a servizio del Paese e degli italiani che lavorano, da sempre, con dedizione e senso di appartenenza, per rendere l’Italia più sicura e competitiva" spiega Luigi Ferraris, amministratore delegato di Fs Italiane. "Con questo accordo il Gruppo Fs rafforza ulteriormente il proprio impegno nella tutela della legalità e della sicurezza: principi fondanti dell’identità sociale ed industriale di Ferrovie dello Stato".

L’accordo, in dettaglio, prevede attività di verifica del rispetto della normativa in materia di collocamento di manodopera, previdenza e sicurezza sui luoghi di lavoro; prevenzione e contrasto del fenomeno delle infiltrazioni criminali, anche attraverso il controllo dei cantieri per la realizzazione di opere infrastrutturali del Gruppo Fs Italiane; prevenzione e contrasto delle violazioni ambientali, anche collegate ad infiltrazioni della criminalità organizzata nelle attività di esecuzione delle opere che possono costituire forme di inquinamento ambientale. Nell’ambito dell’intesa, inoltre, il Gruppo Fs italiane potrà promuovere ed organizzare, con la collaborazione di esperti dell’Arma, incontri, seminari e corsi di formazione a favore dei propri dipendenti.

Suggerite

Lombardia, riparte il treno storico

Fondazione Fs ha reso noto il calendario primavera-estate 2022 con tre nuovi itinerari

Riparte l'iniziativa "Treni storici" in Lombardia con tratte studiate per attraversare luoghi dall'alto pregio paesaggistico e dal valore artistico. È stato presentato il calendario della primavera-estate,... segue

Tempi inaccettabili per la Napoli-Bari

Il segretario Filt-Cgil De Benedictis esorta il Governo a darsi da fare per l'alta velocità del Sud

"È assurdo che nel 2022 le due città metropolitane più importanti del Sud continentale non abbiano un collegamento su ferro diretto". Lo ha dichiarato Maria Teresa De Benedictis, segretario nazionale de... segue

Nasce Italo Welfare per i dipendenti

Stanziati 3 milioni di Euro in collaborazione col dipartimento Politiche della famiglia

Italo lancia un piano di welfare per equilibrare il tempo vita-lavoro dei suoi addetti. Con il nuovo piano, che si chiama Italo Welfare, vedrà un investimento di circa 3 milioni di Euro stanziati da Italo... segue