Press
Agency

Veicoli da lavoro: rivoluzione batterie

Azienda svedese ha costruito accumulatori con +36% di autonomia

La multinazionale con sede in Svezia Sandvik, che opera nel settore ingegneristico e produce veicoli e macchine per il movimento terra, sta rivoluzionando il mondo dei veicoli elettrici da lavoro. Introdurrà infatti una batteria di maggiore capacità per i suoi camion, capace di fornire il +36% di energia in più, pur mantenendo le stesse dimensioni dell'involucro che ne permette l'accumulo. 

"Questa nuova batteria è il frutto di 13 anni di evoluzione tecnologica. Utilizzando l'ultima generazione di celle per accumulatori Lfp (litio-ferro-fosfato, NdR) più grandi, abbiamo ottimizzato la densità energetica per efficientare i nostri caricatori e camion elettrici. Le nostre simulazioni mostrano che i clienti saranno in grado di eliminare fino ad un cambio di batteria ogni turno di lavoro", ha affermato Joseph Beck, manager di Sandvik Mining. 

Le batterie al Litio-ferro-fosfato Artisan sono costruite appositamente per il lavoro sotterranea in miniera, essendo costituite di elementi meno volatili. Inoltre, le celle del nuovo accumulatore sono infatti completamente incapsulate in un materiale isolante, riducendo il rischio di surriscaldamento e cortocircuito. Il tutto gestito da un sistema, dotato da piastre di raffreddamento, che monitora la temperatura e la tensione di ogni cella.

Suggerite

Il settore della micromobilità in sharing è a rischio?

"I dati dimostrano che monopattini non necessitano obbligo casco"

Il futuro della mobilità in sharing in Italia rischia un forte ridimensionamento. Dopo l’approvazione alla Camera dei deputati lo scorso 27 marzo, il DdL 1086 sul nuovo Codice della strada, in caso di... segue

Tensioni sui dazi auto cinesi (2)

Bruxelles: "Garantiremo concorrenza leale"; Cina: "Difenderemo nostri interessi legittimi"

Le reazioni globali non si sono fatte attendere. La decisione della Commissione europea di aumentare dal 4 luglio i dazi (fra il 7,4% ed il 38,1%) sulle auto elettriche prodotte in Cina ha alimentato le... segue

Primo sì di Bruxelles su dazi per auto cinesi

Nuove tariffe comprese fra 7,4% e 38,1%

L'importazione in Europa di auto elettriche prodotte in Cina dal 4 luglio potrebbe costare molto più cara. È quanto ha deciso nelle scorse ore la Commissione europea, disponendo l'applicazione di nuovi d... segue