info

directions_carPrincipato di Monaco sperimenta bus elettrico del Comune de L'Aquila

Il mezzo sarà testato dalla locale Compagnie des Autobus

Anas Anas

Il Comune de L'Aquila ha concesso in prestito al Principato di Monaco uno degli autobus elettrici di cui è proprietaria, e che viene utilizzato dall’Ama (la sigla che sta ad identificare l'Azienda per la Mobilità Aquilana). Lo rende noto l’assessore alla Mobilità e ai Trasporti, Carla Mannetti, che ha precisato che la Compagnie des Autobus de Monaco, Société Anonyme Monégasque e l’amministrazione comunale del capoluogo abruzzese hanno sottoscritto un accordo per perfezionare tale prestito. "In particolare – ha spiegato Mannetti – il nostro mezzo, un E80, sarà testato dalla Compagnie des Autobus de Monaco nel territorio del Principato per verifiche sulla percorribilità e sulla sua funzionalità. Tali test andranno avanti fino al 17 febbraio prossimo".

L’assessore ha espresso "profonda soddisfazione per la decisione dello Stato in questione di rivolgersi alla Municipalità aquilana per un’operazione di questo genere, segno evidente – ha concluso – che la politica di miglioramento del trasporto, e soprattutto gli indirizzi forniti da questa amministrazione in ordine alla mobilità sostenibile sotto il profilo della riduzione dell’inquinamento e del rispetto ambientale, sono oggetto di interesse anche al di fuori dei confini nazionali".

Cam è una società per azioni concessionaria del trasporto pubblico nel Principato di Monaco, fondata ufficialmente nel 1939. La compagnia gestisce 5 linee ordinarie per un totale di 43 chilometri, 142 fermate ordinarie, 34 autobus, 96 dipendenti, 704 corse giornaliere. Nel 2007 ha raggiunto numero importanti, visto che ha avuto 6,2 milioni di viaggiatori e ha percorso un milione di chilometri.