La prima auto pagata in Bitcoin è stata una Ferrari usata

Di recente Tesla ha investito nelle criptovalute

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Tesla? Neanche per sogno. Ci si sarebbe aspettati l’azienda automobilistica fondata da Elon Musk come quella della prima vettura acquistata in Bitcoin in tutto il mondo. In realtà le cose sono andate diversamente e l’operazione ha riguardato una Ferrari. Tesla ha investito ben 1,5 miliardi di dollari nella criptovaluta, però il cavallino rampante ha avuto la precedenza in questo caso. La data è passata da qualche tempo, visto che si sta parlando di un acquisto dello scorso 22 gennaio, in Italia per la precisione (a Padova). Chi è il pioniere da questo punto di vista? Il protagonista della storia è un giovane investitore veneto. Questa persona ha utilizzato i Bitcoin per comprare una Ferrari 360 Modena di seconda mano, spendendo l’equivalente di 76 mila Euro. La transazione è stata fatta partire direttamente dal Wallet digitale e sono stati approfonditi anche altri dettagli in merito a quanto successo. Daniele Pregnolato, amministratore delegato di Tinkl.it, ha sottolineato come il concessionario abbia contattato il suo portale telematico prima della fissazione del cambio sulla base delle quotazioni stabilite da “The Rock Trading”. Per completare il tutto è stato necessario attendere quindici minuti, cioè quanto ritenuto congruo in queste situazioni. Il passaggio successivo è stato quello delle verifiche del caso, poi si è proceduto con il bonifico istantaneo da 76 mila Euro, direttamente al rivenditore. Come ha rimarcato Pregnolato, tutto è avvenuto nello stesso tempo che serve per consumare un caffè. Lo scorso 22 gennaio, il Bitcoin aveva un valore di 30 mila dollari, mentre nelle ultime ore questo importo è salito fino a 45 mila dollari, per quello che potrebbe essere l’unico rimpianto di questo acquisto tanto particolare. Resta il fatto che la strada dei pagamenti in criptovalute nel mondo delle quattro ruote è ormai spianata.