Piacenza-Alessandria, nuove tecnologie per la circolazione dei treni

Installato nuovo ACCM per migliore affidabilità infrastrutturale

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Sulle linee Voghera-Piacenza e Bressana-Broni è attivo da domenica 14 marzo il nuovo Apparato Centrale Computerizzato Multistazione (ACCM), uno dei sistemi di massimo livello nel settore del segnalamento ferroviario. Tra i benefici portati da questa nuova tecnologia di ultima generazione - considerata una vera e propria “cabina di regia” - l’incremento dell’affidabilità dell’infrastruttura e una migliore gestione del traffico dei treni in termini di standard di regolarità e puntualità. L'Apparato Centrale Computerizzato Multistazione garantisce maggiore flessibilità nell’utilizzo dei binari e, in caso di guasti, riduce al minimo i disservizi, permettendo ai treni di viaggiare a livello di massima sicurezza previsto dalle normative vigenti (Safety Integrity Level 4, norme IEC 61508). Benefici previsti anche nei processi di manutenzione dell'infrastruttura, grazie a sistemi informatici di diagnostica predittiva che consentono di individuare preventivamente un eventuale guasto, riducendo così l’insorgenza di avarie improvvise. A corredo del nuovo impianto sono stati realizzati l'upgrade delle apparecchiature di segnalamento e l'aggiornamento agli ultimi standard normativi del Sistema di Controllo della Marcia del Treno (SCMT). L’intervento è un ulteriore passo nel percorso tracciato dal programma di potenziamento infrastrutturale in corso su tutta la rete ferroviaria nazionale, che registra un investimento complessivo di oltre 32 milioni di Euro. La ferrovia Alessandria-Piacenza è una linea ferroviaria principale a cavallo tra Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte. È lunga 96 km, la gestione è di competenza di RFI, che la classifica come fondamentale. Collega il nodo ferroviario di Alessandria con il nodo ferroviario di Piacenza, toccando le città di Tortona, Voghera e Stradella. La ferrovia Pavia-Stradella, invece, è una linea ferroviaria lunga 35 km, a binario unico nella tratta Bressana-Broni, gestita da Rete Ferroviaria Italiana, che collega la città di Pavia con Stradella.