Skoda resiste nonostante il covid

2020 chiuso con più di un milione di veicoli consegnati nel mondo per il settimo anno consecutivo

Anas Anas

Škoda auto ha chiuso l'anno finanziario 2020 con più di un milione di veicoli consegnati ai clienti nel mondo per il settimo anno consecutivo. Il risultato è stato raggiungo nonostante l'arresto della produzione di 39 giorni negli stabilimenti in Repubblica Ceca e nonostante la chiusura diffusa dei canali di vendita in Europa durante la prima ondata della pandemia, nella primavera 2020. Il fatturato del gruppo Škoda ha totalizzato 17,1 miliardi di Euro, il 13,8% in meno rispetto a 19,8 miliardi di Euro del 2019. L'utile operativo ammonta a 756 milioni di Euro, crollato del 54,5% rispetto a 1,6 miliardi del 2019: il dato ressiet, insomma, nonostante l'attività commerciale limitata. Il rendimento delle vendite si attesta su un solido 4,4%: i costi fissi sono stati ridotti di oltre 550 milioni di Euro nel 2020.

"La nostra rigorosa gestione dei costi e della liquidità ha dato i suoi frutti nello scorso anno finanziario. Le misure introdotte hanno avuto effetto rapidamente. Rispetto all'anno precedente abbiamo ridotto i nostri costi fissi di oltre 550 milioni di Euro. Questo ci ha permesso di ottenere un solido profitto e un flusso di cassa netto positivo in questo difficile contesto economico. Con il programma Next level efficiency ora in corso, stiamo gettando le basi per finanziare la nostra trasformazione e raggiungere una redditività sostenibile. Il nostro obiettivo è di preparare il gruppo Škoda auto al futuro e di ridurre ulteriormente i costi e le spese in tutta l'organizzazione", sottolinea Klaus-Dieter Schürmann, membro del board di Škoda auto per Finance e IT.

Nonostante il covid, le consegne ai clienti in tutto il mondo sono aumentate significativamente a 578.100 veicoli da luglio a dicembre rispetto alla prima metà dell'anno (da gennaio a giugno 2020 erano attestate a 426.700 veicoli), per un totale di 1.004.800 unità. Octavia continua a essere il modello più venduto con 257.400 unità, i suv Karoq, Kodiaq e Kamiq rappresentano insieme più di un terzo delle vendite globali con 397.300 veicoli consegnati. In Europa la casa boema ha aumentato la sua quota di mercato dello 0,5%, portandosi al 5,4%. La produzione in serie di Škoda Enyaq iV è iniziata a Mladá Boleslav a fine di novembre: è il primo modello Škoda basato sulla piattaforma med e ha già ricevuto oltre 20.000 ordini.

"Il team Škoda ha dimostrato un'enorme resilienza e flessibilità in condizioni estremamente difficili. Vorrei ringraziare tutti i collaboratori per il loro eccezionale impegno - dice il ceo di Škoda auto, Thomas Schafer - Grazie a questo grande lavoro di squadra, siamo riusciti a consegnare più di un milione di veicoli ai nostri Clienti per il settimo anno consecutivo. In Europa, siamo persino riusciti ad aumentare la nostra quota di mercato al 5,4%, rafforzando ulteriormente la nostra posizione come uno dei Brand leader nel segmento di volume. Con il lancio della nuova generazione di Octavia - prosegue Schafer - abbiamo sistematicamente modernizzato il nostro portafoglio di modelli e continuato la nostra campagna di e-mobility con la prima mondiale del nuovo SUV 100% elettrico Enyaq iV. Nei prossimi cinque anni, investiremo circa 2,5 miliardi di euro nelle tecnologie del futuro per guidare con successo l'azienda attraverso il processo di trasformazione".

Alla fine dello scorso anno l'azienda ha preso importanti decisioni strategiche per proseguire con successo il suo percorso di crescita. La prossima generazione di Škoda Superb sarà sviluppata insieme a Volkswagen Passat a Mladá Boleslav a partire dal 2023 e costruita nello stabilimento Volkswagen di Bratislava. Questo libererà capacità per più di 150.000 veicoli nello stabilimento Škoda di Kvasiny: la capacità aggiuntiva sarà utilizzata per volumi extra dei popolari modelli suv e per la nuova Fabia Wagon. È stato inoltre deciso che la produzione di Kodiaq rimarrà nello stabilimento di Kvasiny.

2,5 miliardi di Euro investiti nei prossimi cinque anni

Nei prossimi cinque anni Škoda auto investirà circa 2,5 miliardi di Euro in tecnologie all'avanguardia: solo per l'ulteriore sviluppo dell'elettro-mobilità verranno spesi 1,4 miliardi di Euro e la casa automobilistica investirà circa 650 milioni di Euro in attività di digitalizzazione. L'azienda sta spendendo 350 milioni di Euro per modernizzare i suoi stabilimenti e impianti di produzione al fine di sostenere una crescita redditizia: l'obiettivo è acquisire ulteriori competenze nei settori della mobilità elettrica, del software e della digitalizzazione per salvaguardare i posti di lavoro e continuare a offrire ai Clienti prodotti e soluzioni di mobilità all'avanguardia.

Next level efficiency

Con il programma Next level efficiency, il gruppo Škoda auto adotta misure mirate per ridurre in modo significativo e permanente i costi e le spese in tutti i settori dell'azienda e liberare risorse finanziarie per gli investimenti: la casa prevede di razionalizzare sistematicamente i suoi processi, ridurre la burocrazia interna e concentrarsi maggiormente sul cliente.

Next level Skoda

Con il programma Next level Skoda, inoltre, l'azienda si concentra su tre priorità: in primo luogo, espandere l’offerta. L'obiettivo è quello di aggiungere una versione entry-level a ciascuno dei modelli esistenti per rivolgersi a un target ancora più ampio, confermando, allo stesso tempo, modelli strategici come la nuova generazione di Fabia Wagon. In secondo luogo, Škoda sta sviluppando la propria presenza in nuovi mercati per un'ulteriore crescita dei volumi: oltre alla Russia e al Nord Africa, Škoda sta esplorando opportunità nella regione Asean, l'associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico. In terzo luogo, il brand si sta impegnando per la sostenibilità e la diversificazione in ogni aspetto del business: attraverso la GreenFuture Strategy, l'azienda si è impegnata a ridurre le emissioni cumulative di CO2 della sua flotta del 30% tra il 2015 e il 2025. Lo stabilimento di Vrchlabí è il primo impianto di produzione a zero emissioni di CO2 di Škoda auto dalla fine del 2020.