Ferrovia Mugello-Valdisieve, in arrivo interventi di miglioramento

La linea verrà potenziata nei prossimi anni

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

"Sono lieto di apprendere dai rappresentanti di RFI che gli interventi previsti dal protocollo del 2017 per il potenziamento della linea ferroviaria Valdisieve-Mugello stanno andando avanti e che si sta lavorando per porre rimedio anche ai disservizi che da troppo tempo caratterizzano questa linea, con livelli di criticità davvero difficili da sostenere, come quelli avvenuti nelle ultime settimane e ripetutamente segnalati dai pendolari". A dirlo è l’assessore regionale a infrastrutture e trasporti Stefano Baccelli, che nei giorni scorsi ha partecipato al tavolo convocato dalla Regione per fare il punto della situazione rispetto all'attuazione del Protocollo d'intesa del 2017 per l'adeguamento e la riqualificazione delle infrastrutture sulle linee ferroviarie Faentina e Valdisieve.

Oltre all'assessore e ai tecnici regionali, erano presenti all’incontro, convocato in modalità video-conferenza, anche i rappresentanti di RFI, di Anas, dell’Autorità di Bacino Appennino settentrionale, della Soprintendenza archeologica di Firenze Pistoia e Prato, dei Comuni di Borgo San Lorenzo, Vicchio, Dicomano, Rufina, Scarperia San Piero, Pontassieve, Londa e dell’Unione montana dei Comuni del Mugello.

"Nel corso dell’incontro – spiega Baccelli – RFI ha annunciato una novità molto importante per pendolari e amministratori, cioè la totale sostituzione nei prossimi mesi del blocco conta assi sull'intera tratta Borgo S.Lorenzo-Pontassieve. Si tratta di un intervento originariamente non previsto nel Protocollo del 2017, dell’importo di circa 400 mila Euro, che avrà effetti positivi nel breve periodo, andando a influire sia sulla puntualità che sulla regolarità del servizio pendolare. Buona parte dei guasti registrati nelle ultime settimane sulla linea, infatti, ha riguardato proprio il blocco conta assi".

Riguardo all’andamento dei lavori previsti dal Protocollo, che prevede investimenti complessivi sulla linea per circa 47 milioni di Euro, i primi a partire saranno gli interventi per la riqualificazione e il miglioramento dell'accessibilità nelle stazioni di Rufina e Contea-Londa. Ferrovie, inoltre, nel corso della riunione, ha illustrato alcune criticità incontrate per la creazione di soluzioni rispetto alla soppressione dei passaggi a livello dei comuni di Vicchio e Rufina, che richiedono ulteriori approfondimenti, e ha informato i presenti che la maggior parte degli interventi previsti dal Protocollo avrà inizio entro il 2021. La linea sarà oggetto di numerosi interventi entro il 2024, alcuni dei quali non compresi nel Protocollo iniziale. Oltre alla sostituzione del blocco conta assi sulla tratta Pontassieve-Borgo San Lorenzo, infine, i tecnici di Rfi hanno spiegato che realizzeranno alcuni lavori sulle tecnologie e per la riqualificazione della tratta Borgo S.Lorenzo-Faenza, attraverso il rinnovo e il risanamento dei binari e la sostituzione delle travate metalliche di ponti antecedenti al 1916, per un investimento complessiva di circa 80 milioni di Euro.