Opel abbonda loghi e scritte per puntare sui QR Code

L'obiettivo è favorire l'interazione degli utenti stradali

Anas Anas

Loghi? Scritte? Per la casa automobilistica tedesca Opel sono scelte obsolete, meglio puntare sui QR Code che ormai vengono sfruttati in qualsiasi ambito, commerciale e non. I futuri modelli di questa azienda avranno proprio i codici in questione sulla loro livrea, in modo da agevolare l’interazione tra gli utenti stradali. La carrozzeria delle auto Opel del futuro sarà quindi innovativa, uno step ulteriore verso la digitalizzazione del comparto, facendo sparire i tratti distintivi a cui finora siamo stati abituati. Il nome del marchio, ma anche la definizione del motore ed il logo ufficiale lasceranno spazio all’ormai celebre matrice bidimensionale. La particolarità di questi QR Code sarà quella di poter assumere qualsiasi forma, come testimoniato dalla prossima Manta GSe ElektroMOD elettrica che porterà in dote un QR Code con una forma che ricalcherà quella del logo leggendario del modello. Opel ha voluto sviluppare ulteriormente la tecnologia a cui si sta facendo riferimento e c’è persino un nome specifico per la propria competenza: in effetti, il laboratorio di design che si sta occupando del tutto ha optato per la dicitura "Design iQR Code". Per quel che concerne il debutto vero e proprio, ci si può affidare ad un modello specifico del Gruppo teutonico. Hara Masahiro Junior, a capo della divisione "Grafica" del laboratorio di cui si è appena parlato, ha fornito altri dettagli interessanti in merito: "Scrivere il codice per il logo della Opel Manta GSe ElektroMOD è stata un’esperienza straordinaria. Rimodellare la forma squadrata del tradizionale QR Code e trasformarla nella silhouette di una razza, conservando allo stesso tempo il movimento naturale di una manta che nuota nell’animazione digitale, questa per me è una vera sfida. Il fatto di essere riusciti a trasformare in realtà una visione così futuristica è assolutamente sensazionale".