Passante ferroviario di Palermo, presto i lavori per completare il raddoppio e le ultime stazioni

La gara di appalto per l’aggiudicazione dei lavori di completamento della galleria Notarbartolo-Orleans è in dirittura d’arrivo

Si avvicina il completamento dei lavori sul Passante ferroviario del capoluogo siciliano. La gara di appalto per l’aggiudicazione dei lavori di completamento della galleria Notarbartolo-Orleans del passante ferroviario di Palermo, in direzione "Dispari" (verso Punta Raisi) è in dirittura d’arrivo.

Nei prossimi giorni, come riferito da Sicilia in Progress, sarà reso noto il nome dell’impresa aggiudicataria e si potrà procedere alla stipula del contratto, per poi iniziare materialmente i lavori nell’area di vicolo Bernava che consentiranno di raddoppiare l’unica tratta a binario unico ancora da completare. L’altra, compresa tra Notarbartolo e S. Lorenzo, sarà aperta all’esercizio il prossimo mese di dicembre. Nell’ambito di questo appalto saranno eseguiti anche i lavori di completamento della vicina stazione Papireto.

Buone notizie anche per le altre parti "incompiute" di quest’opera fondamentale per l’intera area metropolitana di Palermo. Si tratta delle stazioni "De Gasperi" e "Lazio" per le quali è in fase di completamento la progettazione esecutiva, rifatta di sana pianta dopo la rescissione del contratto con SIS, ex Contraente Generale dell’intera opera.

Il progetto esecutivo della stazione De Gasperi è praticamente pronto, e presto sarà indetta la relativa gara di appalto. A seguire, sarà approvato ed appaltato il progetto esecutivo della stazione Lazio.

L’ubicazione delle nuove stazioni, nel pieno centro della zona residenziale più pregiata della città, consentirà di incrementare il bacino d’utenza dell’intera linea in maniera considerevole.

In uno studio sul Passante Ferroviario dell’ing. Roberto Di Maria, pubblicato sulla rivista specializzata "La Tecnica Professionale" nel numero di marzo 2020, si stima che l'apertura all'esercizio elle nuove stazioni e l'incremento della frequenza dei treni potrà consentire il trasporto, a regime, di oltre 85.000 viaggiatori al giorno.

Foto