Pericolo monopattini elettrici: in quattro mesi 46 incidenti gravi

Secondo l'Asaps la regione più a rischio è la Lombardia. In arrivo un video educational per i ragazzi

Due morti, 18 feriti con prognosi riservata, 46 incidenti gravi con il coinvolgimento di 35 maschi e 9 femmine. Sono questi i dati, per niente confortanti, dell'Osservatorio Asaps sui monopattini nei primi quattro mesi del 2021. Le vittime sono una donna di 34 anni di Genova e una 88enne a Milano: nove dei feriti sono minorenni, anche sotto i 14 anni, età minima per poter guidare il monopattino. In 17 casi è stata coinvolta una persona tra 18 e 30 anni, in 11 casi i feriti hanno fra 31 e 40 anni, in sei incidenti tra i 41 e i 50, in tre casi oltre 51 anni. La causa principale rimane la mancata precedenza, seguita dalle cadute autonome con o senza urto contro ostacoli e dagli scontri laterali. In due casi l'utilizzatore è risultato ubriaco. La regione più a rischio è risultata, largamente, la Lombardia: capofila Milano, con 20 incidenti gravi. Dietro alla Lombardia compaiono Toscana e Piemonte con 5 incidenti gravi.

Il monopattino, rileva l'Associazione sostenitori Polstrada, è sempre più usato sulle strade italiane: nato e autorizzato a circolare come dispositivo per la micromobilità elettrica a giugno 2019, ora equiparato alla bicicletta può percorrere ampie aree stradali, pur con le limitazioni della velocità e il rispetto del Codice della strada.

"Le città italiane in cui oggi sono attivi servizi di sharing di monopattini hanno ormai superato il centinaio - sottolinea il presidente dell'Asaps, Giordano Biserni - mentre sono in discussione in Parlamento due disegni di legge sulle nuove regole da adottare per coloro che guidano i monopattini, uno alla Camera dei Deputati che ha già iniziato l'esame e uno al Senato, dove il ddl non e' stato calendarizzato e di cui ancora non si conosce il testo".

Proprio l'Asaps, oggi, comunica che Cnel, ministero dell’Istruzione e Polizia di Stato sono scesi in campo per educare i giovani all’uso in sicurezza del monopattino elettrico, tra le nuove forme di mobilità dolce che, anche in seguito all’emergenza pandemica, hanno avuto un boom diffusionale. Da questo nasce l’idea della Consulta nazionale per la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile del Cnel di realizzare, insieme al ministero dell’Istruzione e alla Polizia stradale, un video educational quale strumento informativo rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, principali utilizzatori di questo nuovo mezzo di trasporto.

Il video, che verrà anche diffuso sui canali Rai grazie alla collaborazione di Rai per il Sociale, è accompagnato da una sintesi a cura della Polizia Stradale sulla normativa vigente relativa all’uso corretto del monopattino elettrico (uso del casco per i minorenni, giubbotto riflettente in determinate condizioni, limiti di velocità). In questi giorni è in corso anche il dibattito relativo all’inasprimento del quadro normativo vigente che deve comunque, ad avviso dei proponenti, essere sempre accompagnato da una capillare attività di formazione, sensibilizzazione e responsabilizzazione dei giovani. La campagna informativa anticipa l’inserimento del video sulla piattaforma Edustrada, dal prossimo mese di settembre, come parte dell’offerta formativa del ministero dell’Istruzione per l’anno scolastico 2021-2022 e quale utile spunto di riflessione per i ragazzi e supporto per l’insegnamento da parte del corpo docente.