Energia rinnovabile, in Europa sorpasso storico

Secondo Eurostat nel 2020, per la prima volta, la produzione di elettricità da fonti rinnovabili ha superato quella delle fonti fossili

Per la prima volta, in Europa il consumo di fonti energetiche rinnovabili ha superato quello dei combustibili fossili. Il dato emerge da una ricerca Eurostat che rende noto che nel 2020 i consumi di energia elettrica provenienti da combustibili fossili hanno avuto un calo del 9,8% rispetto al 2019, e cioè si è passati da 1.133.402 a 1.022.589 GWh. Queste stime sono in linea con il “Fit for 55”, la legge che vincola l’Unione europea a diminuire del 55% rispetto ai livelli del 1990, le emissioni di gas serra entro il 2030 e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

In Italia, secondo il rapporto Gse, Gestore servizi energetici, nel 2019 le fonti di energie rinnovabili sono state impiegate per il 40% nel settore elettrico, per il 20% in quello termico e per il 9% in quello dei trasporti. La quota dei consumi energetici complessivi delle fonti di energie rinnovabili, 18,6%, supera per il sesto anno consecutivo quella prevista dall’Italia dalla Direttiva 2009/28/CE, cioè del 17%.

Nascondi tra 5 secondi volume_off cancel