Press
Agency

Gli italiani scelgono treno e pullman per rispetto dell'ambiente

Secondo un sondaggio YouGov, il 51% dei viaggiatori è disposto ad accettare fino a 30 minuti di viaggio in più in cambio di uno spostamento più sostenibile

L'ambiente cambia le scelte di parecchie categorie di consumatori, primi fra tutti i viaggiatori. è questo il risultato di un sondaggio di YouGov commissionato da Omio, la piattaforma di viaggio multimodale leader in Europa. Secondo la ricerca i viaggiatori oggi sono disposti a scendere a compromessi circa le scelte se questo ha un effetto positivo sull'ambiente. Insomma, quando si tratta di viaggiare, non si bada più di tanto a velocità di spostamento e a convenienza, ma piuttosto a effettuare scelte sostenibili. Come ha fatto Omio a capire l'inversione di tendenza dei consumatori è presto detto. La piattaforma ha individuato otto percorsi tra le 100 rotte più popolari in Italia, dove il treno o l'autobus impiegano fino a 52 minuti in più di viaggio rispetto all'aereo: su alcuni tragitti il tempo di viaggio in autobus e in treno è più alto, nell'ordine dei 50 minuti, ma è meno impattante sull'ambiente: spostarsi con mezzi di trasporto via terra tra Roma e Milano, per esempio, permette di risparmiare 81,2 kg di anidride carbonica.

Ebbene la ricerca, condotta su un campione di 1.020 persone rappresentativo della popolazione italiana, dimostra che, in fatto di viaggi, i consumatori sono disposti a scendere a compromessi per il bene dell'ambiente: il 13% dei partecipanti italiani allo studio ha affermato di prendere sempre in considerazione l'ambiente quando si prendono decisioni di viaggio: nella fascia 25-34 anni, la percentuale è del 17%. Sempre secondo la ricerca, negli ultimi 12 mesi, il 14% degli italiani ha basato le proprie decisioni di viaggio sull'impatto del riscaldamento globale per almeno un viaggio. Non solo. Il 51% dei viaggiatori italiani si dichiara disposto ad accettare fino a 30 minuti di viaggio in più se questo ha un impatto positivo sull'ambiente, mentre il 22% arriverebbe a viaggiare fino a 60 minuti in più in cambio di un viaggio più sostenibile. In generale, gli intervistati italiani sembrano piuttosto propensi a passare al trasporto via terra: il 45% sceglierebbe il treno al posto dell'aereo se il tragitto fosse più veloce, uno su due (50%) preferirebbe il treno in caso di migliori collegamenti. Anche il prezzo, è vero, gioca un ruolo importante nel viaggio: il 49% è disponibile a scegliere il treno se il prezzo del biglietto è più economico di quello dell'aereo.

Anas Anas

Dalla ricerca emerge un dato inatteso: la sostenibilità è uno dei motivi che spingono molte persone a non volare, almeno per il 45% del campione di questa ricerca. Anche la sicurezza, soprattutto in relazione al coronavirus, convince il 43% degli italiani a passare al treno. Sono meno gli italiani disposti a scegliere l'autobus al posto dell'aereo: uno su quattro (pari al 26%) opterebbe comunque per questo mezzo di trasporto in caso di collegamento più veloce, mentre il 19% sceglierebbe l'autobus piuttosto che l'aereo per motivi di sicurezza.

La pandemia, bisogna dirlo, è risultata essere uno dei driver di questo cambiamento di abitudini, sparso un po' in tutta Europa. In Italia, quasi il 27% dei rispondenti al sondaggio di Omio afferma che effettuerà più viaggi sul territorio nazionale, mentre il 15% non viaggerà finché non sarà vaccinato e il 18% monitorerà i numeri delle infezioni e le restrizioni di viaggio prima di spostarsi. Quanto al mezzo di trasporto, il 12% sceglierà più spesso il treno all'aereo perché considerato più sicuro. Per il 14% la pandemia non avrà alcun impatto sui comportamenti e il 16% vuole tornare alle vecchie abitudini di viaggio non appena i livelli di infezione saranno diminuiti.

Simili

A14, la Regione e Autostrade incontrano i sindaci del territorio

Per il calendario dei cantieri lungo il tratto autostradale sud

Passato il periodo estivo con lo stop ai lavori, avviato dallo scorso 9 luglio, e constatato che la gestione dei cantieri attuata nei mesi di luglio e agosto da Società Autostrade su suggerimento delle... segue

Autovie Venete, da lunedì sera corsia ridotta sulla Tangenziale di Udine

Chiusura della corsia di marcia dallo svincolo di Basaldella in direzione nord alla cartiera di Romanello

Prosegue il cantiere per la costruzione delle barriere fonoassorbenti nell’area prospiciente l’autostrada A23 nella frazione di Basaldella (comune di Campoformido). A essere interessato dal prossimo int... segue

Domenica Maratona di Roma: prime chiusure al traffico già da domani

Deviate nove linee di bus ed altrettante sospese

Domenica è in programma la Maratona di Roma. Per l'allestimento delle strutture le prime chiusure scatteranno domani in via dei Fori Imperiali, tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo, dalle... segue