Press
Agency

Ue punta l'attenzione sulla cybersecurity nel settore marittimo

Secondo il Consiglio europeo, la sicurezza marittima costituisce una precondizione per una blue economy più prospera

La cybersecurity diventa sempre più centrale. Di recente, il Consiglio europeo ha adottato alcune conclusioni che riguardano il settore marittimo confermando il ruolo dell’Ue come garante della sicurezza in ambito informativo. Nel documento si precisa come la sicurezza marittima costituisca una precondizione per una blue economy più prospera nell’Ue.

Secondo il Consiglio Europeo, "risulta evidente" la necessità di garantire livelli più elevati di cybersicurezza in tutti i settori marittimi, in particolare nel contesto delle tecnologie emergenti. In Italia la situazione non sembra delle migliori: secondo uno studio di Swascan, cybersecurity company italiana partecipata dal gruppo Tinexa, più di metà delle aziende che operano nel settore presentano delle potenziali vulnerabilità in tema.

Non è una cosa da poco: un sistema non aggiornato, una mail aziendale usata in maniera impropria possono essere delle porte aperte pronte a essere spalancate da attacchi che possono arrivare a paralizzare l’attività delle società. Secondo gli analisti, che hanno analizzato un campione di 20 aziende scelte tra le prime 100 per fatturato, il rischio medio è quello di avere 29 vulnerabilità sui sistemi esposti su Internet e 76 e-mail compromesse/data leak, ovvero a rischio sicurezza per quanto riguarda i dati e le coppie di credenziali user/password.

FincantieriFincantieri

"La pandemia da covid-19 ha aumentato i rischi - sottolinea Pierguido Iezzi, ceo di Swascan - Il mondo del cybercrime, con cui dovremo imparare a convivere è un mondo che si trasforma sempre di più in una vera e propria commodity".

In Italia, il numero totale delle potenziali vulnerabilità riscontrate per il settore è 574, così distribuite: 9 aziende (45% del campione) hanno zero potenziali vulnerabilità, 6 aziende (30% del campione) hanno tra 1 e 25 potenziali vulnerabilità, 3 aziende (15% del campione) hanno tra 26 e 50 potenziali vulnerabilità e 2 aziende (10% del campione) hanno più di 50 potenziali vulnerabilità.

Simili

Fisco e dogane, temi caldi per il diportismo

Maurizio Balducci: "Presentata oggi la nuova guida che raccoglie le regole e dà delle certezze agli operatori che si devono approcciare al nostro settore"

"Nautica, fisco e dogane" è il titolo del convegno che si è svolto questa mattina nella sala Forum al 61° Salone nautico di Genova. Sono intervenuti a dibattere un tema tanto delicato e sempre in prima pa... segue

Salone nautico tutto esaurito per domani

Già oggi i biglietti sono sold out. Qualche malumore per le code al'ingresso

Il 61° Salone Nautico di Genova è già sold out per la giornata di domani sabato 18 settembre. Lo comunica l'organizzazione precisando che la disponibilità degli accessi ha raggiunto il limite massimo e o... segue

Il Nautico di Genova ha bisogno di un aeroporto all'altezza

Carla Demaria: "Lo scalo ligure deve stare al passo, deve poter accogliere gli stranieri a cui teniamo per il futuro sviluppo del Salone"

È stata presidente di Ucina, l'attuale Confindustria Nautica. Ma soprattutto Carla Demaria è stata la prima donna a capo dell'associazione dei costruttori nautici a curare l'organizzazione d... segue