Press
Agency

Riaprono le scuole anche in Veneto non senza problemi

Allontanato un operatore scolastico sprovvisto di green pass

In Veneto riaprono le scuole, e con esse la presenza in classe. Primo grande test dopo il Covid, ma restano molte incognite tra tamponi, distanziamento, misure di protezione e Green pass.

Primo giorno di scuola in Veneto, si riparte dalle materne fino alle superiori. Si ritorna in presenza tra tenuta dei trasporti, rispetto del distanziamento e della capienza, controllo dei green pass e dei tamponi effettuati per l'accesso in classe. Un inizio che è un primo banco di prova per l'anno a venire, con tante incognite che pesano sulle diverse strutture. "Ci eravamo lasciati con l’impegno per una ripresa in presenza e in sicurezza e possiamo dire, orgogliosamente, che l’impegno è stato mantenuto", ha affermato Luca Zaia rivolgendo a studenti e insegnanti il suo augurio per il nuovo anno scolastico.

"Tutti questi mesi in cui la scuola, gli studenti e i docenti sono stati costretti ad adattarsi a modalità di insegnamento alternative e non prive di conseguenze ci hanno dimostrato come la presenza, la socialità, la condivisione di conoscenze e idee siano fondamentali e abbiano un valore pari a quello delle materie di studio", ha continuato il presidente, ringraziando anche i giovani che, durante la campagna vaccinale, hanno contribuito presentandosi numerosi ai diversi appuntamenti estivi.

Anas Anas

L'avvio della scuola è coinciso con i primi casi di sospensioni, come per un operatore scolastico in Veneto sprovvisto di green pass, non vaccinato e non tamponato. Il dipendente, allontanato dal lavoro, sarebbe rimasto assente senza giustificazione, e quindi senza stipendio, quest'ultimo bloccato almeno fino a fine anno. Per il personale non vaccinato l'alternativa per non incorrere alle sanzioni è il tampone ogni 48 ore.

"Mai come quest’anno la data di domani ha un significato importante - aveva affermato Zaia alla vigilia di lunedì 13 settembre - perché segna un nuovo inizio dopo un lungo periodo in cui gli studenti e le loro famiglie, gli insegnanti e il personale scolastico hanno dovuto confrontarsi con il covid-19 e le sue pesantissime conseguenze. A tutti gli studenti e insegnanti rivolgo il mio augurio per un nuovo percorso scolastico, che nel corso della pandemia abbiamo compreso avere un ruolo che va ben oltre l’apprendimento di nozioni, e che assume invece il significato più ampio e profondo di una crescita personale in cui ogni studente impara a essere un individuo e a diventare parte di una comunità".

Simili

Domenica Maratona di Roma: prime chiusure al traffico già da domani

Deviate nove linee di bus ed altrettante sospese

Domenica è in programma la Maratona di Roma. Per l'allestimento delle strutture le prime chiusure scatteranno domani in via dei Fori Imperiali, tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo, dalle... segue

Carabinieri su controlli green pass Covid-19 sui bus di linea

Carabinieri Nas contestano 21 irregolarità

La recente introduzione delle disposizioni previste dal Dl n. 111 del 6 agosto 2021 ha previsto l’estensione del possesso obbligatorio della certificazione verde covid-19 ("Green Pass") per l’accesso anc... segue

Trasporto urbano sostenibile al centro Settimana europea mobilità

Circa tremila città partecipano in tutto il continente

Circa 3.000 città di tutta Europa partecipano alla Settimana europea della mobilità di quest'anno che, iniziata ieri, durerà fino a mercoledì 22 settembre. La campagna 2021, il cui tema è "Sicuri ed i... segue