info

trainCodacons lancia allarme sulle tariffe dei treni

L'associazione dei consumatori teme dei rincari

Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) ha reso nota tramite un comunicato la propria preoccupazione in merito alle tariffe dei treni nel nostro Paese in questo complesso momento. L’associazione dei consumatori è stata molto chiara, spiegando quelli che potrebbero essere i prossimi scenari. Ecco cosa ha scritto in merito il presidente Carlo Rienzi: “Temiamo che la situazione attuale sul fronte ferroviario porti ad un rincaro generalizzato dei prezzi dei biglietti a danno degli utenti. Da un lato c’è Italo che, dal 10 novembre, sospenderà la maggior parte dei suoi collegamenti, dall’altro Trenitalia che porterà la sua offerta di treni al 30% rispetto al periodo pre-covid. Così si annulla la concorrenza tra operatori, e c’è il forte rischio che le tariffe ferroviarie possano subire rialzi, anche per effetto delle minori offerte e promozioni per i pochi treni ancora in circolazione. Il Governo deve vigilare con la massima attenzione per evitare rincari dei prezzi dei biglietti e garantire che il servizio ferroviario sia assicurato in tutto il paese. In caso di incrementi delle tariffe, saranno inevitabili le denunce del Codacons nelle sedi opportune a tutela dei diritti dei consumatori”.