Press
Agency

Roma, le strisce blu non aumenteranno

La smentita del neo sindaco Gualtieri

Smentite le indiscrezioni riportate da "La Repubblica" che annunciavano nuove politiche per i parcheggi nella città di Roma. Notizie diffuse dal neo eletto sindaco Roberto Gualtieri, e puntualmente smentite dallo stesso, a termine di un sopralluogo giunto a Tor Bella Monaca.

"Ho letto con stupore informazioni non vere sulle strisce blu. Noi abbiamo detto che le potenzieremo come numeri, così come le corsie preferenziali, tutto il resto sono indiscrezioni prive di fondamento. I cittadini posso stare tranquilli che faremo un lavoro di miglioramento del servizio pubblico, interventi per ridurre il traffico e aiutare i romani a spostarsi meglio", ha dichiarato il primo cittadino.

Secondo le voci diffuse, i cambiamenti avrebbero riguardato proprio i parcheggi a pagamento, con un aumento delle "strisce blu" dalle attuali 70 mila a 100 mila. Una scelta volta a spingere i cittadini ad utilizzare i mezzi alternativi all'auto. Inoltre, lo studio per eliminare l'abbonamento mensile da 70 Euro che permette di parcheggiare la propria vettura ovunque e senza restrizioni di tempo.

Anas Anas

Una notizia che aveva prontamente allarmato i residenti romani, causando già lamentele e l’ira dei cittadini e di svariati esponenti politici. "Se il primo cittadino Dem comincia così, saranno tantissimi a pentirsi di non aver votato. Fdi non farà sconti, contro l'incremento delle strisce blu opposizione serrata", aveva commentato Lavinia Mennuni, consigliere comunale di Fdi di Roma. Parole a cui avevano fatto seguito quelle di Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi alla Regione: "Una misura in perfetto stile di una sinistra pronta a colpire i ceti medi, popolari e produttivi, e resa ancora più inaccettabile dalla situazione di emergenza che sta vivendo la città di Roma, in termini di trasporto pubblico, con buona parte dei mezzi pubblici fermi per guasti".

Resta da vedere quali saranno le prime mosse del neo sindaco Gualtieri.

Suggerite

Il settore auto in Spagna guida il rallentamento dell'economia

Più di 100.000 auto devono ancora essere consegnate ai loro acquirenti

La crisi della domanda di beni e servizi in Spagna determinerà un rallentamento dell'economia pari a 1,2 punti. Ed è proprio il settore automobilistico a guidare il trend. Basti pensare che più di... segue

Aci: torna in positivo a novembre il mercato dell’auto usata

Ma le radiazioni delle quattro ruote calano del 22%

Torna in terreno positivo a novembre il mercato dell’usato. I passaggi di proprietà delle autovetture al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al... segue

La strategia cinese sull'auto elettrica punta sull’Europa

l 60% dei veicoli nel mondo assemblati in Cina, che detiene il 45% di brand

Sono circa 3 milioni i veicoli elettrici venduti nel nel 2021 in tutto il mondo. Si tratta di una buona notizia in fatto di sostenibilità ambientale, nella delicata transizione industriale dal motore... segue