info

cancel

trainIn costruzione la prima metropolitana del Bangladesh

I finanziamenti arriveranno dalla Corea del Sud

Ferrovie dello Stato Italiane

Per una prima volta che si rispetti, bisogna fare le cose in grande: lo sa bene il Bangladesh, Paese che sta pensando alla prima metropolitana da costruire nel proprio territorio, un progetto ambizioso e che non potrà non contare su finanziamenti importanti da Nazioni straniere. La Bridge Authority locale sta pensando a una rete caratterizzata da 11 tunnel che possano garantire migliori spostamenti nella capitale Dacca. L’infrastruttura servirà a supportarne un’altra già presente, il Metro Rail Transit. Come già detto, servono fondi rilevanti e per l’occasione sono state intavolate trattative con il governo della Corea del Sud, per la precisione si farà affidamento su partnership pubbliche e private.

La proposta è stata svelata agli investitori sudcoreani pochi giorni fa: la metropolitana si chiamerà “Tongi-Sadarghat”, nome reso noto nel corso dell’incontro virtuale a cui hanno preso parte l'Autorità PPP del Bangladesh e la Korea Infrastructure and Urban Development Corporation (KIND). La prima tratta in costruzione avrà una lunghezza complessiva superiore ai 28 chilometri, con 24 stazioni lungo il percorso e altre 24 da costruire in futuro (altri 26 chilometri per la precisione). In aggiunta, un altro tragitto di poco superiore ai 18 chilometri collegherà Basila e Mohakhali attraverso Kayetpara con altre 15 stazioni ferroviarie. Secondo quanto sottolineato dalla stessa Bridge Authority, il sistema ridurrà in maniera significativa il traffico di Dacca, con una previsione ottimistica di 60 mila passeggeri trasportati ogni ora.