info

cancel

directions_boatCarnival decide lo stop fino a primavera per alcuni suoi brand

Le navi di Hal e Princess Cruises ripartiranno solo dopo marzo 2021. Le Seabourn stanno ferme quasi tutto l'anno

Fincantieri

Le compagnie crocieristiche americane, alle prese con le nuove disposizioni delineate dal Cdc, l'U.S. Centers for disease control and prevention e propedeutiche alla ripresa delle attività, non smettono di fare i conti con l'emergenza coronavirus. L'insieme delle nuove regole ha costretto alcuni brand del gruppo Carnival all'ennesima rimodulazione delle future partenze: in molti casi alla proroga del fermo totale almeno fino alla prossima primavera.

Tra i marchi di Carnival che hanno annunciato un prolungamento dell’attuale pausa c’è Hal, Holland America Line, le cui navi non ripartiranno almeno fino al prossimo 31 marzo 2021. Tutte le crociere della compagnia lunghe più di sette giorni con scali previsti negli Stati Uniti resteranno sospese fino al 1° novembre 2021. Infine, Hal ha cancellato anche alcuni viaggi di lunga durata in Asia, Australia e Nuova Zelanda e Sud America, che potranno essere poi rimodulati ed eventualmente riproposti a partire dal 2022.

Più o meno lo stesso ha annunciato Princess Cruises, altro brand controllato da Carnival le cui navi non riprenderanno il mare fino alla fine di marzo del prossimo anno. Stesso discorso per gli itinerari di otto o più giorni con scali negli Stati Uniti, tutti sospesi fino al 1° novembre 2021. A causa della perdurante incertezza riguardo le limitazioni internazionali ai viaggi e al turismo, Princess ha poi deciso di cancellare anche tutte le crociere in partenza da o in arrivo in Giappone fino al 25 giugno 2021.

Il Framework for resuming cruise ship operations approvato dal Cdc ha impattato anche sulle attività di Seabourn, il marchio ultra-lusso di Carnival, che ha reso note modifiche alla programmazione di due delle sue unità. La Seabourn Odyssey non effettuerà alcune delle partenze (nella nota diramata dalla corporation americana non viene specificato di quali si tratti) previste tra il 16 gennaio e il 5 novembre 2021. Sono confermati, invece, i viaggi previsti in Alaska e British Columbia e sulla costa pacifica per lo stesso periodo. La Seabourn Quest sospenderà tutte le crociere di più di sette giorni con toccate negli Usa in programma tra il 22 luglio e il 6 novembre 2021.