info

Transport press agency

directions_boatI primi superyacht di Antonini Navi: pochi giorni al debutto

Il Gruppo Antonini sta diversificando la produzione

I debutti sono sempre emozionanti e ne sa qualcosa Antonini, azienda massese che da qualche tempo sta facendo parlare di sè per la neonata divisione yacht. Mancano pochi giorni, circa due settimane al taglio della prima lamiera che porterà poi alla costruzione del blocco centrale di una di queste imbarcazioni. Il marchio sarà quello di Antonini Navi e questa novità rappresenta qualcosa di intrigante per il settore, visto che il Gruppo è attivo da più di sette decenni nella realizzazione di piattaforme petrolifere e di carpenteria pesante per l'ambito militare e navale. 

Lo stabilimento si trova a Muggiano (La Spezia) e i cosiddetti "mega-yacht" verranno fabbricati in due capannoni. Di questo debutto si sta parlando ovviamente nel corso del Salone Nautico di Genova iniziato ieri, giovedì 1° ottobre 2020; non si è comunque partiti da zero, un dettaglio che vale la pena approfondire. Il Gruppo Antonini ha dato vita a 15 scafi per conto terzi e ha intuito di recente come fossero maturi i tempi per una costruzione navale per conto proprio. Le linee produttive saranno sostanzialmente due. 

Ci sarà la linea "Custom" e quella "Semicustom", quest'ultima dedicata a imbarcazioni di 40 metri e su cui l'azienda fa molto affidamento. Le idee sono già molto chiare: la costruzione riguarderà superyacht, motoryacht, crossover ed explorer, con prue e poppe da decidere in base a quelle che saranno le richieste della clientela. Progettazione e sviluppo industriale hanno richiesto circa 12 mesi di lavoro e ora è giunto il momento di far conoscere i primi yacht al mondo.