info

cancel

directions_carAtene bloccata dalle proteste contro il lockdown

Decine di motociclisti hanno manifestato fuori dal ministero del Lavoro

Il trasporto pubblico di Atene è stato bloccato dalle proteste dei lavoratori pubblici che hanno chiesto migliori protezioni contro l'epidemia di coronavirus. La manifestazione si è svolta nel giorno in cui il governo greco ha annunciato la proroga fino al 7 dicembre del lockdown nazionale. Braccia incrociate anche nel settore della navigazione, con lo stop dei collegamenti marittimi tra molte isole. questa mattina, infatti, il portavoce del governo greco Stelios Petas ha annunciato che il lockdown nel paese verrà esteso di una settimana, fino alla mattina del 7 dicembre a causa della continua circolazione del coronavirus, in particolare nel nord del paese. Il blocco sarebbe dovuto terminare il 30 novembre.

Decine di motociclisti hanno manifestato fuori dal ministero del Lavoro nella capitale, davanti al ministero della Salute si sono radunati gli operatori sanitari mentre circa 200 attivisti di estrema sinistra hanno ignorato le limitazioni anti-covid e hanno protestato in centro ad Atene prima di essere dispersi dalla polizia. La seconda ondata ha colpito con forza il Paese, che registra una media di 2.500-3.000 contagi al giorno, un'impennata rispetto ai quasi 700 della fine di ottobre.

"La decisione è necessaria poiché il numero delle infezioni continua ad essere elevato. In particolare in alcune aree è fonte di preoccupazione", ha detto Petas. In base alle attuali misure di blocco, tutti i negozi al dettaglio, i bar, i ristoranti, i musei, i luoghi di intrattenimento e le palestre sono chiusi. Le persone possono uscire di casa solo per motivi specifici, tra cui lavoro, motivi di salute, per acquistare beni essenziali e per fare esercizio o portare a spasso un animale domestico, e devono inviare un messaggio di testo telefonico o portare un’autodichiarazione per farlo.

Non ci sono restrizioni su quante volte al giorno le persone possono lasciare le loro case o per quanto tempo. Dalle 21 fino alle 5 del mattino è in vigore il coprifuoco, durante il quale le persone possono lasciare le loro case solo per lavoro, urgenti motivi di salute o per portare a spasso un animale domestico. La Grecia ha visto un aumento significativo dei casi di coronavirus e dei decessi che stanno mettendo a dura prova il sistema sanitario del paese. L’emittente statale Ert ha riferito che tre pazienti covid-19 che necessitano di strutture di unità di terapia intensiva sono stati trasferiti in aereo dalla Grecia settentrionale ad Atene giovedì poiché non c’erano più letti di terapia intensiva disponibili nelle loro aree. La Grecia ha finora registrato più di 97.000 casi confermati di coronavirus e poco più di 1.900 decessi. Quasi 600 persone sono intubate in terapia intensiva a livello nazionale, secondo i dati diffusi mercoledì sera.

La giornata ad Atene è iniziata male a livello di trasporti. Il traffico aereo è stato semiparalizzato in tutta la Grecia a causa di uno sciopero nazionale dei dipendenti pubblici che protestano contro la politica salariale e pensionistica adottata dal governo. Sospeso il lavoro dei controllori di volo dalle 10 di stamani (le 09 italiane) sino alle 14 (le 13 italiane): la conseguenza è stata che centinaia di voli interni e internazionali sono stati cancellati o hanno subito ritardi. Hanno continuato a funzionare, invece, i trasporti urbani.