info

cancel

directions_boatConsegnata la prima nave portcontainer elettrica e autonoma del mondo

I test su mare verranno effettuati in Norvegia

Fincantieri

Il 2020 sarà senza dubbio ricordato per la pandemia da coronavirus che tutti stiamo affrontando, ma non sono mancate le prime volte che non meritano di essere messe in secondo piano. Ne è un chiaro esempio quella di cui si è reso protagonista Vard, azienda norvegese specializzata nelle costruzioni marittime e controllata da Fincantieri. Nelle ultime ore, questo nome è stato associato alla consegna della prima nave al mondo in assoluto che è alimentata in modo elettrico e con navigazione autonoma al 100%. In poche parole, si tratta di una portcontainer molto interessante e che è stata ribattezzata "Yara Birkeland". L’ordine è stato perfezionato da Yara International, compagnia attiva nella produzione di fertilizzanti. Lunga 80 metri e larga 15, la nave in questione è dotata di altissima tecnologia e vanta anche un volume di trasporto pari a 120 teu (unità di misura che corrisponde a circa 38 metri cubi d'ingombro totale.

Dopo la consegna si è proceduto con i test in mare per saggiare il funzionamento del mezzo. La prima fase prevede l’approdo a Horten, in Norvegia, con un equipaggio a bordo che dovrà sperimentare tutto quello di cui la Yara Birkeland ha bisogno. La seconda fase, invece, è quello dello spostamento a terra dei membri dell’equipaggio di controllo, in modo da consentire la navigazione vera e propria entro la fine del 2021 e i primi mesi dell’anno successivo. L’operatività verrà assicurata a sud di Oslo, per la precisione tra i porti norvegesi di Brevik, Larvik e Porsgrunn, tutte zone ad intenso traffico di automezzi. Il progetto appena descritto risale ormai al 2017, mentre il contratto sottoscritto da Vard e Yara International è dell’anno successivo.