Press
Agency

Ferrovie dello Stato: illustrato alle istituzioni europee il Piano industriale

Giro di colloqui a Bruxelles dell'ad del Gruppo, Luigi Ferraris

Il Piano Industriale del Gruppo Ferrovie dello Stato al centro di una serie di incontri di Luigi Ferraris, amministratore delegato di FS Italiane, a Bruxelles, con istituzioni, commissari UE e rappresentanti del Parlamento europeo. Il giro di colloqui è iniziato oggi martedì 21 giugno con una colazione di lavoro con l’ambasciatore d’Italia presso il Belgio, Francesco Genuardi, e con il rappresentante aggiunto presso l’UE, ambasciatore Stefano Verrecchia, ed è proseguito poi con un confronto con il commissario europeo ai Trasporti, Adina Ioana Valeane con il commissario per l’Economia e le Finanze Paolo Gentiloni. Ultimo appuntamento della giornata un incontro con gli eurodeputati italiani.

Ferraris ha avuto modo di illustrare le azioni, gli obiettivi e le strategie contenute nel Piano Industriale decennale 2022/2031 del Gruppo FS, soffermandosi sugli effetti attesi in termini di sviluppo, a livello italiano ed europeo, di infrastrutture per una mobilità collettiva sempre più sostenibile, resiliente e integrata, premessa per servizi di mobilità passeggeri multimodale, ossia capace di abbinare con efficacia e facilità il treno ad altri mezzi di trasporto collettivi e condivisi per realizzare, con l’ausilio di un’adeguata piattaforma digitale, viaggi door-to-door anche con un unico biglietto.

Altri temi il trasporto delle merci combinato con un progressivo shift modale che punta, nel piano di FS, a raddoppiare la quota di merci su ferrovia nell’arco di un decennio. E poi lo stato di avanzamento del PNRR, un Piano che, insieme al Fondo Complementare istituito dal Governo italiano, affida al Gruppo FS oltre 25 miliardi di investimenti. E infine le priorità a livello europeo, con i Corridoi Ten-T, lo sviluppo della rete ad Alta Velocità e la piena interoperabilità delle reti europee grazie all’estensione del sistema ERTMS, sia sull’infrastruttura sia sui treni, e il ruolo e la presenza del Gruppo FS in Europa, un contesto considerato ormai come il nuovo mercato domestico.

Nella giornata di domani, 22 giugno, sempre a Bruxelles, l’ad Ferraris prenderà infine parte a un evento organizzato da Rail Forum Europe, l'associazione dei membri del Parlamento europeo dedicata al trasporto ferroviario, nata per favorire la cooperazione e accrescere la sensibilità e l’attenzione verso la modalità di trasporto oggi più sostenibile sia dal punto di vista ambientale, sia da quello sociale ed economico. Il titolo dato all'incontro ne sintetizza bene il contenuto e gli obiettivi: Boosting rail transport and creating a framework for investments in sustainable transport infrastructure: perspectives for a way forward.

Foto

Suggerite

Mobilita.news festeggia domani i Santi Pietro e Paolo, patroni di Roma

L'agenzia riaprirà giovedì 30 giugno con la normale attività

Mobilita.news comunica ai suoi abbonati, collaboratori e fan dei social media che domani, 29 giugno 2022, rimarrà chiusa in occasione dei Santi Pietro e Paolo, patroni di Roma.L'agenzia riaprirà regolarmente g... segue

Accordi innovazione: 591 milioni di nuove risorse per le imprese

Mise. Giorgetti: “soluzioni concrete e veloci avvicinano pubblica amministrazione a imprenditori”

Con un incremento di nuove risorse pari a oltre 591 milioni di euro, che si aggiungono alla dotazione finanziaria iniziale di 500 milioni di euro prevista dal Fondo nazionale complementare al PNRR, il... segue

Incidente ferroviario negli Stati Uniti: 3 morti

Convoglio passeggeri urta camion ad un incrocio privo di segnalazione - VIDEO

Tre morti e almeno 50 feriti. È il bilancio di un incidente ferroviario avvenuto nelle scorse ore in Missouri, negli Stati Uniti. Un treno della compagnia Amtrak si è scontrato nelle scorse ore con un c... segue