info

Transport press agency

directions_boatIl presente e il futuro del leasing nel settore nautico italiano

I numeri del comparto sono stati illustrati a Genova

Nel corso della giornata di ieri, venerdì 2 ottobre 2020, si è svolta un’interessante conferenza nel corso del Salone Nautico di Genova in cui sono state illustrate le attuali e le future condizioni del settore nautico italiano. Il comparto ha resistito nonostante il covi e il merito è stato ascritto in gran parte al leasing. Come sottolineato da Carlo Mesceri, presidente di Assilea (Associazione italiana leasing), ben il 90% degli acquisti di imbarcazioni nel nostro Paese è avvenuto con questa modalità, tanto da far parlare di un “binomio strettissimo”. 

Si è trattato di un andamento in controtendenza: il leasing ha risentito parecchio del calo degli investimenti in molti settori (immobili e trasporti in primis), ma nella nautica si è registrato l’unico aumento. Questo argomento è stato molto “caldo” proprio nel 2020, visto che nello scorso mese di aprile era prevista proprio la modifica dell’aliquota Iva sul leasing di imbarcazioni da diporto, come auspicato dall’Unione Europea. I negoziati si sono però bloccati, non solo a causa dell’emergenza sanitaria. Il discorso non è però terminato. 

Nel 2018 Bruxelles aveva invitato Italia e Francia a rivedere quanto prima la loro detrazione relativa all’Imposta sul valore aggiunto per quel che riguarda i contratti di locazione e acquisto, segno che già da tempo si cerca di affrontare nel modo migliore la questione. La linea comune in tal senso è quella di cercare appunto la soluzione giusta che soddisfi l’Ue e che consenta al settore nautico di trovare il tempo di adattarsi.