Press
Agency

Gruppo Atlantia vende la tedesca Hochtief

La divisione Hochtief Concessions tra i più importanti operatori aeroportuali e stradali

Il Gruppo Atlantia vende la società tedesca Hochtief che con la divisione Hochtief Concessions è uno tra i più importanti operatori aeroportuali della Germania. L'acquirente è il gruppo spagnolo Actividades de Construcción y Servicios (Acs) di cui Floretino Perez è presidente ed amministratore delegato. L'affare vale 577,8 milioni di Euro (51,43 per azione). 

La trattativa era iniziata nel 2018 quando Atlantia cercava un'intesa con Acs per condividere il controllo della società spagnola Abertis, multinazionale delle infrastrutture di trasporto e delle telecomunicazioni, cosa mai avvenuta. Con quell'accordo Atlantia comprò il 23,9% di Hochtief, che ha poi deciso di cedere progressivamente. Ieri il consiglio di amministrazione di Atlantia ha approvato la vendita dell'intera partecipazione rimanente (14,46%). 

Sebbene la società Hochtief sia un asset che Atlantia non ha mai ritenuto strategico, l'accordo permette di saldare ulteriormente i rapporti con Perez, con il quale si continuerà a condividere il progetto Abertis. Intanto, il denaro nelle casse di Atlantia arriva a volumi record, complice la cessione di Autostrade per l'Italia (Aspi): 9 miliardi di Euro. 

Suggerite

All'orizzonte c'è Hopium Machina, la supercar all’idrogeno firmata Olivier Lombard

Annunciato il prototipo della nuova vettura categoria Zev -VIDEO

Il vincitore della 24 Ore di Le Mans 2011, Olivier Lombard, e fondatore di Hopium, casa automobilistica francese nata nel 2019, arricchisce il parco auto con la nuova supercar ad idrogeno Hopium Machina.... segue

Provincia Varese sperimenta più sicurezza su autobus, treni e nelle stazioni

Stretto oggi l'accordo fra Regione Lombardia, Prefettura e Polizia locale

Agenti circoleranno oltre che sui treni anche a bordo degli autobus, dove sempre più frequentemente si registrano episodi di microcriminalità a danno di passeggeri e personale viaggiante

Da domani stop alle mascherine sui mezzi pubblici

Decade dal primo ottobre l’obbligo su treni, metro e bus

In mancanza di un’ulteriore proroga del Governo, i dispositivi FFP2 non dovranno essere esibiti su mezzi pubblici, treni (regionale, intercity ed alta velocità), autobus e metro. Dopo due anni pertanto, te... segue