Press
Agency

Lombardia punta sulla smart mobility

Al via bando per infrastrutture tecnologiche, domande entro 19 ottobre

La Regione Lombardia ha predisposto una manifestazione di interesse rivolta alle università ed agli enti di ricerca pubblici, ai comuni, alle province ed alle agenzie di trasporto e mobilità affinché presentino proposte di investimento sul territorio lombardo per iniziative di smart mobility data driven, ossia per infrastrutture basate sulle nuove tecnologie per la mobilità (parcheggi, reti di ricarica, segnaletica) nel trasporto di persone e merci. 

"Cerchiamo progetti concreti e di alto valore innovativo che aprano nuove frontiere per offrire ai cittadini l'esperienza di una mobilità facilmente accessibile, sicura e sostenibile", spiega l'assessore regionale all'Istruzione ed all'innovazione, Fabrizio Sala.

Sul piatto Regione Lombardia ha messo 25 milioni di Euro. Le proposte potranno essere presentate sulla piattaforma regionale dedicata ai bandi on-line. Le domande potranno essere inoltrate fino alle ore 16:00 del 19 ottobre. Il piano nasce nell'ambito dei progetti nazionali del Pnrr. 

Il percorso intrapreso da Regione Lombardia è in stretta collaborazione con gli atenei locali, con le imprese del settore automobilistico e con tutti i protagonisti del settore. Le soluzioni innovative presentate dovranno consentire di semplificare la fruizione dei trasporti, di orientare gli utenti verso una mobilità più sostenibile, di aumentare la sicurezza negli spostamenti, di accelerare l'offerta di nuovi servizi.

Suggerite

All'orizzonte c'è Hopium Machina, la supercar all’idrogeno firmata Olivier Lombard

Annunciato il prototipo della nuova vettura categoria Zev -VIDEO

Il vincitore della 24 Ore di Le Mans 2011, Olivier Lombard, e fondatore di Hopium, casa automobilistica francese nata nel 2019, arricchisce il parco auto con la nuova supercar ad idrogeno Hopium Machina.... segue

Provincia Varese sperimenta più sicurezza su autobus, treni e nelle stazioni

Stretto oggi l'accordo fra Regione Lombardia, Prefettura e Polizia locale

Agenti circoleranno oltre che sui treni anche a bordo degli autobus, dove sempre più frequentemente si registrano episodi di microcriminalità a danno di passeggeri e personale viaggiante

Da domani stop alle mascherine sui mezzi pubblici

Decade dal primo ottobre l’obbligo su treni, metro e bus

In mancanza di un’ulteriore proroga del Governo, i dispositivi FFP2 non dovranno essere esibiti su mezzi pubblici, treni (regionale, intercity ed alta velocità), autobus e metro. Dopo due anni pertanto, te... segue