Press
Agency

Ciclovia del Sole: partono lavori nel mantovano

Cofinanziati da Regione Lombardia; stanziati 5,8 milioni

Partono i lavori per realizzare il tratto lombardo della Ciclovia del Sole, che si snoda nel territorio mantovano. Oggi l'assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile ha partecipato a Pozzolo sul Mincio (Mantova), insieme alle autorità locali, all'evento istituzionale per l'avvio del cantiere.

L'investimento per il tratto lombardo della Ciclovia del Sole, tra progettazione ed esecuzione dei lavori, ammonta a 5,8 milioni di Euro, di cui oltre 3,4 milioni stanziati da Regione Lombardia e la restante parte dallo Stato. L’ente attuatore dell’intervento è il Parco regionale del Mincio.

La Ciclovia del Sole interessa quattro regioni: Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Toscana. E si estende da Verona a Firenze. Il tratto lombardo insiste sul territorio della Provincia di Mantova, dal confine con il Veneto nel Comune di Monzambano fino al confine con l’Emilia-Romagna nel Comune di Moglia, su un’estensione di circa 90 chilometri. Il percorso si snoda nella maggioranza del tracciato su strade arginali dei Fiumi Mincio e Secchia e di canali collegati. Alcuni tratti ricadono in aree urbane come a San Benedetto Po e a Mantova. 

Sono 10 i Comuni lombardi attraversati: Bagnolo San Vito, Borgo Virgilio, Goito, Mantova, Marmirolo, Moglia, Monzambano, Ponti sul Mincio, Porto Mantovano, San Benedetto Po.

Secondo il cronoprogramma, la conclusione dei lavori avverrà entro la fine del 2023.

Suggerite

All'orizzonte c'è Hopium Machina, la supercar all’idrogeno firmata Olivier Lombard

Annunciato il prototipo della nuova vettura categoria Zev -VIDEO

Il vincitore della 24 Ore di Le Mans 2011, Olivier Lombard, e fondatore di Hopium, casa automobilistica francese nata nel 2019, arricchisce il parco auto con la nuova supercar ad idrogeno Hopium Machina.... segue

Provincia Varese sperimenta più sicurezza su autobus, treni e nelle stazioni

Stretto oggi l'accordo fra Regione Lombardia, Prefettura e Polizia locale

Agenti circoleranno oltre che sui treni anche a bordo degli autobus, dove sempre più frequentemente si registrano episodi di microcriminalità a danno di passeggeri e personale viaggiante

Da domani stop alle mascherine sui mezzi pubblici

Decade dal primo ottobre l’obbligo su treni, metro e bus

In mancanza di un’ulteriore proroga del Governo, i dispositivi FFP2 non dovranno essere esibiti su mezzi pubblici, treni (regionale, intercity ed alta velocità), autobus e metro. Dopo due anni pertanto, te... segue