info

Transport press agency

directions_carIl successo crescente del velomobile, l'auto elettrica a pedali

La clientela è composta soprattutto da giovani

Elettrica e a pedali: sono queste le caratteristiche principali del velomobile, veicolo a dir poco singolare ma che gode di un mercato fiorente e ben sviluppato da diversi anni a questa parte. La velocità non è sicuramente uno dei suoi punti di forza, eppure in diversi Paesi è diventato anche un trasporto alla moda, in primis tra la clientela più giovane. La carenatura è aerodinamica e si sta al riparo dalla pioggia e da tutti gli altri agenti atmosferici grazie alla copertura e la propulsione umana viene assicurata rimanendo seduti con la schiena ben poggiata. Rispetto a una moto, ovviamente, serve un maggiore sforzo per ripartire magari in salita, ma l’elettrificazione garantisce la resistenza dei polmoni. Le dimensioni, poi, sono ridotte e questo si traduce in una minore difficoltà per quel che riguarda la ricerca di un parcheggio (sono sufficienti 12,5 metri quadri). 

La struttura particolare, poi, rende complicato un eventuale furto (soprattutto se si fa un confronto con una bici normale), senza dimenticare il risparmio energetico che non è affatto indifferente. Ma quali sono le aziende che si stanno affidando con maggiore convinzione alle velomobili? PodBike ha presentato uno dei modelli più interessanti, Frikar, il cui prezzo si aggira intorno ai 5 mila Euro, ma sempre più compagnie si stanno diversificando con tali proposte. Tra i dettagli che fanno la differenza in questo caso c’è senza dubbio la “zona di protezione”, utile per assorbire energia nell’ipotesi di un ribaltamento del mezzo.