info

cancel

trainAlstom celebra i vent'anni dello stabilimento di Savigliano

Consegnato il 100° Pop a Trenitalia

Ferrovie dello Stato Italiane

Alstom ha celebrato i 20 anni di presenza a Savigliano (Cuneo) e a Sesto San Giovanni (Milano con una cerimonia ufficiale nello stabilimento piemontese. Il compleanno è stato anche l'occasione per consegnare a Trenitalia il centesimo treno Pop, con tanto di cerimonia del taglio del nastro. Più in dettaglio Alstom Ferroviaria ha consegnato a Trenitalia il 100° treno regionale Coradia Stream Pop, parte della commessa di 162 nuovi treni regionali elettrici di media capacità ordinati a partire dal 2016, per un valore complessivo di 1 miliardo di euro. Progettato per essere eco-compatibile, il treno consuma il 30% in meno d’energia rispetto alla precedente versione ed è riciclabile al 96%, rappresentando la sintesi di una nuova generazione di treni che avranno nel prossimo futuro un ruolo sempre più chiave nello sviluppo della mobilità italiana.

"Con la consegna nei tempi previsti del centesimo treno Pop a Trenitalia, Alstom raggiunge un traguardo straordinario che conferma l’impegno dell’azienda nel determinare il futuro del settore dei trasporti. Siamo fortemente convinti che solo costruendo un ecosistema integrato e innovativo, che dialoga in maniera aperta con tutti gli attori chiave di questa industria, si possa garantire al Paese quella competitività necessaria per vincere le sfide globali che ci attendono", spiega Michele Viale, amministratore delegato Alstom Italia.

Alla cerimonia di Alstom nella sede di Savigliano erano presenti, chi di persona, chi indiretta web, Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte; Guido Saracco, rettore del Politecnico di Torino; Carlo Bonomi, presidente di Confindustria; Mauro Gola, presidente di Confindustria Cuneo; Giulio Ambroggio, sindaco di Savigliano; Gianluca Erbacci, senior vice president Europe di Alstom; Orazio Iacono, amministratore delegato e direttore generale Trenitalia e Michele Viale, amministratore delegato Alstom Italia.

Proprio lo stabilimento di Savigliano è diventato un asset chiave del gruppo a livello globale, rappresentando uno dei più importanti centri di progettazione e produzione 4.0 dell'industria ferroviaria europea. Negli ultimi 20 anni sono 200 i treni ad alta velocità e oltre 600 quelli regionali prodotti. Lo stabilimento di Savigliano è specializzato in treni ad alta velocità monopiano (Avelia Pendolino) e in treni regionali monopiano (Coradia Stream), che vengono realizzati per l'Italia e per l'estero.

"La consegna del 100° treno Pop e degli altri treni regionali mostra quanto la profonda riorganizzazione industriale del trasporto regionale di Trenitalia stia portando i risultati attesi da lungo tempo. Riconquistare la fiducia delle Regioni ci ha permesso di pianificare importanti investimenti con nuovi treni che stanno abbassando l’età media della flotta in tutta Italia. Come azienda del Paese, siamo orgogliosi di contribuire allo sviluppo delle aree urbane con un trasporto più efficiente e, allo stesso tempo, fornire un enorme contributo al tessuto industriale italiano e al suo indotto", sottolinea Orazio Iacono, amministratore delegato e direttore generale Trenitalia.

La celebrazione è stata anche l'occasione per riaffrontare il discorso su un gioiello come Bombardier, entrato da febbraio 2020 a far parte della famiglia Alstom che ne ha acquisito il 100%. "Gli investimenti in Bombardier sono stati i maggiori di questi ultimi anni per Alstom come costruttori di mobilità sostenibile a livello mondiale - ha detto Viale - A partire dal 29 gennaio 2021 è in atto la preparazione dell'integrazione tra le due società . Vado Ligure saràù un centor di eccellenza per locomotive e alta velocità ferroviaria. Gli stabilimenti di Vado, Savigliano e Sesto saranno sempre il fiore all'ochiello di questa azienda".