info

Transport press agency

trainVeneto, Polfer identifica 2200 persone in una settimana

Altri 14 individui risultano indagati

Una settimana a dir poco intensa: la Polizia Ferroviaria del Veneto ha trascorso sette giorni davvero serrati per quel che riguarda le attività di controllo nelle stazioni regionali, per la precisione a Padova, Venezia-Mestre e Venezia-Santa Lucia. Il bilancio finale è senza dubbio impressionante: 14 persone sono state indagate, mentre altre 2200 risultano identificate nel corso di queste operazioni. Altri numeri spiegano meglio quello che è successo durante la settimana appena trascorsa. Più di 200 pattuglie della Polfer sono entrate in azione nelle infrastrutture appena citate, senza dimenticare gli agenti che hanno prestato servizio in borghese per contrastare i borseggi nelle stazioni venete. Inoltre, sono stati 14 i servizi di vigilanza svolti a bordo dei treni, mentre le contravvenzioni elevate per aver violato il regolamento ferroviario sono state 6 in tutto. 

Le situazioni più delicate sono state quelle di quattro ragazze denunciate a piede libero dalla stessa Polizia Ferroviaria a causa dei precedenti penali per reati contro il patrimonio: la più giovane aveva 18 anni, la più grande appena 20 e si sono rese colpevoli di furto aggravato in concorso ai danni di una persona che si trovava a bordo di un convoglio che stava partendo da Venezia-Santa Lucia. Le attività di controllo e di vigilanza proseguiranno ovviamente anche in questi giorni prima di conoscere il nuovo bilancio settimanale.