info

Transport press agency

directions_carI postini a lezioni guida sicura sui banchi dell'Aci

Il protocollo tra Poste Italiane e Automobil Club d'Italia

Ci sono oltre 30 mila veicoli targati Poste Italiane che circolano ogni giorno in ogni angolo d’Italia. Serve dare nozioni sulla sicurezza stradale agli operatori che li usano, sia per la loro incolumità ma anche per tutte le altre persone che le incrociano. Così per strutturare la formazione sul tema il gruppo guidato dall’ad Matteo del Fante ha siglato un protocollo d’intesa con l’Automobile club d’Italia per avviare per informare i dipendenti sulle principali best practices relative alla sicurezza stradale e alla guida sicura.

Un’azione sul capitale umano che va incontro alla capillarità di Poste nel Paese, alla grande flotta a disposizione tenendo conto anche degli obiettivi di riduzione delle emissioni previste nell’arco del piano industriale.

“Con oltre 30 mila veicoli, quella di Poste è la più grande flotta d’Italia e tra le più grandi d’Europa - ha spiegato in una nota il condirettore generale di Poste Italiane, Giuseppe Lasco -. Il protocollo firmato con Aci ci offre ulteriori strumenti per garantire sempre maggiore sicurezza al personale alla guida dei nostri mezzi e rappresenta soprattutto una nuova tappa nel percorso di sostenibilità delle politiche di mobilità con l’obiettivo di sostituire entro il 2022 l’intera flotta aziendale e ottenere una riduzione delle emissioni da mezzi di trasporto di oltre il 40%”

Anche il presidente dell’Automobil Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, ha espresso la sua soddisfazione per la collaborazione avviata tra i due soggetti:

“Il senso del protocollo che Aci e Poste Italiane hanno firmato è chiaro: cercare, analizzare e valutare insieme, ogni ambito di possibile interazione, come ad esempio campagne di sensibilizzazione e formazione su educazione, sicurezza stradale e guida sicura; con l’obiettivo di dare vita a servizi e prodotti in grado di corrispondere alla domanda, sempre crescente di servizi di qualità da parte di soci e cittadini”

Tra le attività previste dal Protocollo c’è infatti la realizzazione di campagne di comunicazione condivise focalizzate sui temi dell’educazione e della sicurezza stradale. Saranno organizzati inoltre corsi, stage e giornate di sensibilizzazione per la formazione alla guida sicura e alla sicurezza stradale. Allo studio, infine, l’offerta di benefit e agevolazioni dirette a cittadini e dipendenti delle due società sui servizi forniti da Poste Italiane e dall’Aci.