info

cancel

directions_boatProve in mare per Eleanor Roosevelt, il primo traghetto a gas

Fa parte della flotta della compagnia Balearia

Fincantieri

Se c’è una first lady americana che viene ancora ricordata a distanza di tempo con nostalgia, Eleanor Roosevelt è sicuramente in cima alle preferenze del popolo a stelle e strisce. Persino una compagnia di navigazione con sede in Spagna ha deciso di omaggiarla, utilizzando il suo nome per il varo del primo traghetto veloce alimentato a gas. Il mezzo si chiamerà proprio in questo modo, mentre l’azienda risponde al nome di Balearia. La Eleanor Roosevelt sta per iniziare le sue prove in mare e la speranza è quella di dimostrare come il gas naturale liquefatto possa essere un’alternativa sostenibile e utile in tal senso. Quali sono le sue dimensioni? La lunghezza arriva a 123 metri, mentre la capacità di trasporto è pari a 1200 passeggeri. Inoltre, non bisogna dimenticare come questa nave possa ospitare 500 metri lineari di mezzi pesanti e 250 auto oppure 450 autovetture in totale. Potrà arrivare fino a 35 nodi per quel che riguarda la velocità di crociera, oltre a quella massima che sarà di 40 nodi.

Se poi si esaminano meglio i serbatoi realizzati per l’occasione, l’autonomia sarà di 400 miglia nautiche. L’investimento è stato impegnato in termini economici, ben 90 milioni di Euro che dovranno essere ben ripagati. Le prove in mare a cui si è fatto riferimento avverranno ad Armon di Gijon: l’operatività piena e vera e propria dovrebbe essere raggiunta non oltre il prossimo mese di marzo. Con Eleanor Roosevelt la flotta di Balearia sale a nove unità, di cui sei ad LNG e una in corso di conversione. La strategia è piuttosto chiara; gli investimenti totali sfiorano i 400 milioni di Euro per 9 navi che verranno alimentate a gas, in modo da ridurre l’emissione di anidride carbonica (-30% per la precisione), oltre al minor quantitativo di ossidi di azoto (ben l’85% in meno), oltre a quelli di zolfo e di particolato.