info

cancel

trainPolfer Lazio: nel 2020 oltre 100 arresti e 800 denunce

Le multe elevate sono state 637

Nel corso del 2020 il Compartimento Polizia Ferroviaria (Polfer) per il Lazio ha messo in campo tutte le forze disponibili per garantire l'osservanza delle regole atte a contenere la diffusione del contagio da Coronavirus attuando allo stesso tempo, l'attuazione di servizi di prevenzione e repressione dei reati all'interno degli scali ferroviari, a bordo dei treni e lungo le linee ferrate in tutta la Regione, per tutelare la sicurezza degli utenti del trasporto ferroviario. Le attività messe in campo hanno portato all'arresto di 105 persone, 800 persone denunciate, 637 contravvenzioni elevate, per un totale di 461.857 persone identificate, contro le 216.520 del 2019, con un incremento di oltre il 110%. Anche in relazione ai lock-down nazionali e locali si è determinato un calo generalizzato dei principali reati nelle stazioni e sui treni. I furti denunciati hanno registrato una flessione di oltre il 55% rispetto allo scorso anno, passando da 1.077 del 2019 a 490 nel 2020. Durante l'anno sono state impegnate 25.498 pattuglie in stazione e più di 2.902 a bordo treno. Sono stati presenziati complessivamente 6840 convogli ferroviari. Sono stati inoltre predisposti 2.240 servizi anti-borseggio in abiti civili, sia negli scali che sui convogli, e 136 servizi di controllo straordinario del territorio. Sono stati controllati 343 veicoli. 25 le proposte di misure di prevenzione e di sicurezza. Rintracciati 129 minori di cui 80 stranieri.