Press
Agency

Autotrasporti: rilanciare ruolo autista bus

Responsabilità e tempo lontano da casa ostacolando ricambio generazionale, quale soluzione

Tante responsabilità, molti rischi per la sicurezza, retribuzioni non adeguate alle ore lavorate, una vita lontano dalla famiglia, sempre in viaggio: è la vita dell'autotrasportatore. Sono alcuni degli aspetti negativi contro cui la categoria degli autisti di bus e pullman punta il dito da anni, chiedendo che qualcosa cambi. Anche perché è una situazione che sta ostacolando il ricambio generazionale. 

"Il mio nastro oggi segna 12 ore ma in realtà quelle pagate sono 6,5. E lavoriamo sei giorni alla settimana, non cinque. È pesante ma ci sono anche altri aspetti che molto probabilmente rendono il lavoro poco appetibile per i giovani. Sicuramente la grande responsabilità. Ricordiamoci che trasportiamo persone. E poi lo stipendio, il contratto nazionale si parte da 1200 Euro netti (con tredicesima e quattordicesima), non ci sono stati rinnovi e quindi nessun incremento", è la testimonianza di un autista della compagnia di trasporto Arriva. 

Per stimolare il settore tante aziende stanno facilitando l'accesso alla professione. "Quando toccò a me, una decina di anni fa, ricordo che pagai circa 6000 Euro e dovevo seguire un lungo percorso formativo a Bergamo. Oggi non solo Arriva, ma anche altre aziende inserendo giustamente le condizioni nei contratti, ne sopportano direttamente i costi". Se è vero che il tempo è una risorsa preziosa, investire nella formazione può essere davvero una soluzione concreta.

Suggerite

Tensioni sui dazi auto cinesi (2)

Bruxelles: "Garantiremo concorrenza leale"; Cina: "Difenderemo nostri interessi legittimi"

Le reazioni globali non si sono fatte attendere. La decisione della Commissione europea di aumentare dal 4 luglio i dazi (fra il 7,4% ed il 38,1%) sulle auto elettriche prodotte in Cina ha alimentato le... segue

Primo sì di Bruxelles su dazi per auto cinesi

Nuove tariffe comprese fra 7,4% e 38,1%

L'importazione in Europa di auto elettriche prodotte in Cina dal 4 luglio potrebbe costare molto più cara. È quanto ha deciso nelle scorse ore la Commissione europea, disponendo l'applicazione di nuovi d... segue

Prezzi dei carburanti in calo

Al servito a 1,989 Euro al litro, diesel a 1,839 Euro al litro

Prezzi dei carburanti in calo. È quanto emerge dall’elaborazione compiuta dal sito specializzato "Staffetta Quotidiana" sui dati comunicati all’Osservaprezzi del ministero delle Imprese e del Made in I... segue