Press
Agency

Inalca vara Green Go! per la mobilità sostenibile dei suoi dipendenti

Mira a ridurre le emissioni di CO2 derivanti dagli spostamenti casa-lavoro

Riconoscimento economico in busta paga a coloro che utilizzeranno modalità di trasporto alternative al mezzo privato a combustione

Inalca, primo produttore italiano e tra i leader europei nel settore delle carni, lancia Green Go!, l’iniziativa per la mobilità sostenibile orientata a ridurre le emissioni di CO2 derivanti dagli spostamenti casa-lavoro del proprio personale. Il progetto, realizzato in collaborazione con la piattaforma per la mobilità sostenibile Wecity, ben si integra con le varie iniziative inserite all’interno della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile (16- 22 settembre 2023) ed è finalizzato a promuovere modalità di trasporto alternative all’utilizzo del mezzo privato a combustione, al fine di salvaguardare l’ambiente e migliorare la salute, la sicurezza e il benessere psico-fisico delle persone.

 “Da oltre 60 anni continuiamo a innovare l’industria della carne, con investimenti costanti in infrastrutture, tecnologie, R&D e impegnandoci nella realizzazione di una filiera bovina sempre più integrata e sostenibile, particolarmente attenta al contesto sociale, alla protezione dell’ambiente e alle istanze del mondo agricolo - ha commentato Giovanni Sorlini, responsabile Sviluppo Sostenibile di Inalca -. Siamo consapevoli che questi temi sono entrati direttamente nella catena del valore e costituiscono leve competitive necessarie per lo sviluppo sostenibile dell’azienda, il cui successo dipenderà dalla capacità di combinare gli obiettivi economici, che garantiscono crescita e occupazione, con uno stretto legame al territorio nel quale l’impresa realizza la propria attività. Da qui la volontà di avviare una iniziativa come Green Go! grazie al supporto e all’esperienza di Wecity”. 

A partire dal 1° ottobre 2023 e fino al 31 dicembre 2024 il personale dell'azienda -sede di Rieti-, potrà quindi, su base volontaria, aderire all’iniziativa: per ogni spostamento casa-lavoro effettuato con modalità di trasporto alternative al mezzo privato a combustione -e perciò a piedi, in bici, in monopattino, in trasporto pubblico o in car-pooling -. Wecity calcolerà la CO2 risparmiata (1 kg circa ogni 7 chilometri percorsi) e stilerà una classifica degli utenti per determinare l’assegnazione dei premi al termine della gara, secondo lo schema di una vera e propria game competition. In particolare, ai dipendenti che avranno raggiunto i migliori risultati in termini di riduzione di CO2, (classificati dalla 1° alla 10° posizione) verrà assegnato un premio variabile. I bonus mobilità verranno erogati in busta paga. 

“Siamo davvero entusiasti di intraprendere questa collaborazione con INALCA in un comparto così delicato come quello della filiera produttiva delle carni: le iniziative a carattere ambientale vengono talvolta concepite come contrastanti rispetto alla missione aziendale delle aziende che vi operano ma in realtà, come in qualunque altro settore, la sostenibilità è un concetto che copre una ampia varietà di aspetti che impattano sul territorio. E per Inalca cercare di limitare la propria impronta ecologica si è dimostrata fin da subito una priorità. Green Go! si inserisce con continuità nel solco della sua storia e della sua evoluzione” ha commentato Paolo Ferri, ceo Wecity. L’iscrizione all'iniziativa avverrà esclusivamente attraverso la app Wecity, disponibile su iOS o Android. Al termine della procedura sarà possibile iniziare a registrare i propri spostamenti con l’app. Tutti i sistemi di mobilità dovranno ovviamente essere utilizzati nel pieno rispetto di quanto previsto dal Codice della Strada.

Suggerite

Il settore della micromobilità in sharing è a rischio?

"I dati dimostrano che monopattini non necessitano obbligo casco"

Il futuro della mobilità in sharing in Italia rischia un forte ridimensionamento. Dopo l’approvazione alla Camera dei deputati lo scorso 27 marzo, il DdL 1086 sul nuovo Codice della strada, in caso di... segue

Tensioni sui dazi auto cinesi (2)

Bruxelles: "Garantiremo concorrenza leale"; Cina: "Difenderemo nostri interessi legittimi"

Le reazioni globali non si sono fatte attendere. La decisione della Commissione europea di aumentare dal 4 luglio i dazi (fra il 7,4% ed il 38,1%) sulle auto elettriche prodotte in Cina ha alimentato le... segue

Primo sì di Bruxelles su dazi per auto cinesi

Nuove tariffe comprese fra 7,4% e 38,1%

L'importazione in Europa di auto elettriche prodotte in Cina dal 4 luglio potrebbe costare molto più cara. È quanto ha deciso nelle scorse ore la Commissione europea, disponendo l'applicazione di nuovi d... segue