Press
Agency

Milano, angoli ciechi: Unatras chiede intervento ministro

Per evitare penalizzazioni contro mezzi pesanti

Come noto, il Comune di Milano ha istituito, dal primo ottobre nella fascia oraria 07:30-19:30, il divieto di accesso e circolazione dinamica nella zona “Area B” per i veicoli di categorie M2 e M3 ed N2 e N3. 

Tali veicoli potranno accedere solo se dotati di sistemi avanzati capaci di rilevare la presenza di pedoni e ciclisti in prossimità degli “angoli ciechi”.

Tale provvedimento, oltre ad anticipare quanto previsto dalla normativa europea in materia (Regolamento Ue 2019/2144), ne estende l’applicazione anche ai veicoli già in circolazione.

Unatras, il coordinamento unitario delle associazioni nazionali del trasporto merci, pur condividendo l’obiettivo del Comune di migliorare la sicurezza stradale in ambito cittadino, stigmatizza questo approccio unilaterale che criminalizza i mezzi pesanti, perché la sicurezza non si garantisce con approcci vessatori senza prevedere obblighi nei confronti degli “utenti deboli della strada”, pedoni e ciclisti, i cui comportamenti sono spesso alla base degli incidenti.

È per questo che Unatras chiede l’intervento del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini, affinché si evitino penalizzazioni contro i mezzi pesanti e, soprattutto, si faccia chiarezza rispetto a decisioni unilaterali e disomogenee che le varie amministrazioni locali potrebbero attuare generando caos tra migliaia di operatori del settore.

Il provvedimento del Comune di Milano, infatti, non tiene conto dei dati del ministero dell’Interno, dai quali risulta invece un calo della percentuale di incidenti in cui sono coinvolti i veicoli commerciali anche grazie all’attenzione che la categoria riserva alla sicurezza di tutti gli utenti della strada.

Quello della sicurezza stradale, in particolare in ambito urbano, è un tema di stretta attualità come dimostra i recenti fatti di cronaca, che non si può pensare di risolvere con la sola “politica dei divieti”.

È necessario affrontare il problema nella sua complessità, considerando l’incremento del traffico commerciale verso le città, le problematiche legate alle consegne dell’”ultimo miglio”, la conformazione dei centri urbane e la necessità di infrastrutture adeguate, le esigenza delle diverse tipologie di “utenti della strada”.

Il provvedimento del Comune di Milano, che impatta in maniera significativa su una categoria come quella dell’autotrasporto già provata dal forte aumento dei costi di esercizio degli ultimi mesi, è stato adottato senza un confronto preliminare con le associazioni di rappresentanza.

Sottolineiamo inoltre i tempi strettissimi che le imprese hanno a disposizione per adeguarsi, (la delibera è datata 11 luglio, e gli obblighi decorrono dal primo ottobre) e la confusione generata fra gli operatori (installatori ed imprese) per la mancanza di informazioni sulle specifiche tecniche dei dispositivi (solamente questa settimana sono stati pubblicate le certificazioni richieste).

Per stessa ammissione del Comune di Milano, peraltro, in Italia non esiste una normativa di riferimento sui sensori degli angoli ciechi. In materia di equipaggiamento dei veicoli a motore destinati al trasporto di persone e al trasporto-merci ed alla sicurezza della loro circolazione in strada, il nostro Codice della strada non fa ancora alcun riferimento ai dispositivi di rilevamento e di segnalazione degli angoli ciechi.

Per questo Unatras ritiene ancor più incomprensibile che un Comune possa stabilire obblighi in materia di dotazioni dei veicoli, diversi da quanto previsto dal Codice della strada e dalla normativa nazionale.

Suggerite

Sull'autostrada A3 si paga in contanti

Strano caso della Napoli-Salerno che non accetta molte carte di credito

Si moltiplicano i disagi per chi viaggia sulla autostrada Salerno-Napoli. Il motivo? Sulla grande arteria di comunicazione A3 dal primo maggio 2024 non sono più accettate le carte di credito del circuito... segue

Puglia: presentata la nuova flotta bus a metano e progetti futuri

Efficienza, sostenibilità ed investimenti nel trasporto urbano di Foggia e Bari

Questa mattina, l'assessore regionale ai Trasporti della Puglia, Debora Ciliento, insieme all'assessore al Bilancio Raffaele Piemontese, ha partecipato alla cerimonia di presentazione della nuova flotta... segue

Bologna potenzia Polizia locale con nuova flotta di veicoli eco-friendly

Mezzi ibridi ed elettrici per migliorare efficienza e sostenibilità operativa

Il Comune di Bologna ha recentemente potenziato la flotta della Polizia locale con l'acquisto di otto nuovi veicoli, migliorando ulteriormente le capacità operative del servizio. Questo aggiornamento... segue