info

Transport press agency

directions_carDaimler taglia posti di lavoro per passare all'elettrico

Il ritardo nelle scelte strategiche della casa di Stoccarda

Daimler. la casa automobilistica che produce Mercedes e Smart, vira la sua produzione sull'elettrico con l'obiettivo di diventare leader del comparto a livello globale.
Il progetto è ambizioso e la casa automobilistica di Stoccarda ha tenuto un incontro con gli investitori internazionali per annunciare che la società sta rivolgendo sforzi e investimento  per conquistare "la posizione di leader" nel campo dei veicoli elettrici  e in quello dei software per veicoli. Un obiettivo che la casa intende perseguire agendo sul taglio dei costi per recuparare margini da investire nello sviluppo della mobilità elettrica. E a pagare saranno per ora i lavoratori.  Anche se non è chiaro ancora chiaro quanti dei circa 300mila posti di lavoro dell'azienda nel
mondo verranno tagliati, è sicuro che un ridimensionamento del capitale umano è già scontato. Secondo Daimler, l'obiettivo di tutti questi sforzi è quello di assicurare all'azienda nuovi punti di forza "sia per quel che riguarda le innovazioni tecnologiche, che per la situazione finanziaria". Ma per gli analisti le dichiarazioni della casa auto sarebbero un'ammissione che la
situazione e le prospettive negli ultimi tempi non sono state delle piùr rosee. La pandemia ha aggravato la crisi di Daimler e ha aumentato la pressione per mettere la mobilità
elettrica al centro dei piani della casa. Un scelta in ritardo secondo gli investitori che accusano Daimler di essersi adagiata troppo sui successi degli ultimi anni e di aver perso occasioni importanti, soprattutto per il passaggio alla mobilità elettrica.