info

cancel

directions_carOltre le attese le vendite di auto ecologiche in Cina

13,7 milioni di unità nel 2020, +10,9% su base annua

Urbeaero

La Cina si spinge sempre di più verso le auto ecologiche. Lo attestano le vendite 2020, andate oltre le attese, di auto a nuova energia, attestate a 13,7 milioni di unità, in aumento del 10,9% su base annua. Questo, dicono gli esperti, grazie agli sforzi del governo per incoraggiare il settore delle auto ecologiche e alleviare la pressione sull'ambiente, come mostrano i dati divulgati oggi dall'Associazione cinese dei costruttori automobilistici. Con il termine veicoli a nuove energie (o Nev) ci si riferisce in Cina alle automobili a batterie, alle ibride plug-in e a quelle a celle a combustibile.

Soltanto nel mese di dicembre, le vendite di veicoli ecologici sono aumentate del 49,5% su base annua, raggiungendo 248.000 unità. A novembre 2020, la Cina ha presentato un piano di sviluppo per l'industria nazionale delle auto ecologiche valido dal 2021 al 2035: un piano che mira ad accelerare la transizione del Paese e a trasformarlo in una potenza automobilistica.

Secondo il piano, la percentuale di vetture ecologiche nuove sul totale delle vendite di nuovi veicoli dovrebbe salire al 20% entro il 2025 mentre entro il 2035 i veicoli utilizzati per i trasporti pubblici saranno completamente elettrificati.

Secondo le statistiche del ministero della Pubblica Sicurezza, in tutto il 2020 sono state immatricolate in Cina circa 4,92 milioni di veicoli elettrici: un aumento di quasi il 30% rispetto all’anno precedente. La Cina ha assistito a una crescita robusta del numero di veicoli a nuova energia immatricolati, aumentati di più di un milione in l’anno negli ultimi tre anni: attualmente i veicoli di questo tipo rappresentano l’1,75% delle automobili immatricolate in Cina, pari a 281 milioni, e di essi l’81,32% è costituito da veicoli solo elettrici. Secondo il ministero, le città cinesi con più di un milione di automobili immatricolate sono 70, quattro in più nel solo 2020.