Press
Agency

Vendute 10 milioni di auto tedesche con frenata sicura

Vetture dotate di sistema d'emergenza Active Brake Assist

La società automobilistica tedesca Mercedes ha comunicato di avere venduto più di 10 milioni di auto dotate di sistema di frenata d'emergenza Active Brake Assist. Si tratta di un sistema di assistenza alla guida, oggi di serie in quasi tutte le autovetture, capace di rilevare in automatico pedoni e ciclisti. Il traguardo è stato raggiunto nelle vendite registrate in tutto il mondo dal 2012 ad oggi.

Secondo uno studio del 2022 condotto dall'American Insurance Institute for Highway Safety, i veicoli dotati di un sistema di frenata di emergenza per pedoni hanno un tasso di incidenti che li coinvolgono inferiore del 27% rispetto ai mezzi privi di tale tecnologia. Con le sue scelte e le sue innovazioni tecnologiche, Mercedes-Benz fornisce un contributo decisivo all'aumento della sicurezza di tutti gli utenti della strada. In particolare, da molti anni l'Active Brake Assist con rilevamento dei pedoni contribuisce a ridurre gli incidenti che coinvolgono pedoni e ciclisti. 

Nell'attuale generazione di veicoli della compagnia tedesca, l'Active Brake Assist utilizza la tecnologia dei sensori basata su telecamere e radar per rilevare pedoni e ciclisti che si trovano davanti (fermi o in movimento) al veicolo nella direzione di marcia. Dal 2024, questi sistemi saranno obbligatori per ogni vettura nuova immatricolata e diventeranno ancora più potenti e rapidi grazie a sensori sempre più avanzati ed all'aiuto dell'intelligenza artificiale.

Suggerite

G7. Anas: personale e mezzi presidiano arterie per passaggio delegazioni

Completati lavori sulla rete stradale per oltre 21 milioni di Euro

Dalla serata di ieri oltre 50 unità e mezzi Anas sono impegnati per presidiare gli svincoli e gli innesti con le principali strade statali in Puglia per garantire in piena sicurezza il passaggio delle... segue

Il settore della micromobilità in sharing è a rischio?

"I dati dimostrano che monopattini non necessitano obbligo casco"

Il futuro della mobilità in sharing in Italia rischia un forte ridimensionamento. Dopo l’approvazione alla Camera dei deputati lo scorso 27 marzo, il DdL 1086 sul nuovo Codice della strada, in caso di... segue

Tensioni sui dazi auto cinesi (2)

Bruxelles: "Garantiremo concorrenza leale"; Cina: "Difenderemo nostri interessi legittimi"

Le reazioni globali non si sono fatte attendere. La decisione della Commissione europea di aumentare dal 4 luglio i dazi (fra il 7,4% ed il 38,1%) sulle auto elettriche prodotte in Cina ha alimentato le... segue