info

directions_carProva su strada per l'ambiziosa auto elettrica di Sony

Vision-S avrà più funzionalità di quanto ipotizzato inizialmente

Anas Anas

Un anno esatto: sono passati dodici mesi dalla presentazione da parte di Sony di Vision-S, una promettente e interessante vettura che nelle ultime ore ha iniziato i test su strada. Il momento non poteva che essere emozionante e c’è già chi parla di una messa in produzione in tempi rapidi. La concept car dell’azienda giapponese è stata pensata per sfruttare al massimo le capacità tecnologiche dello stesso colosso nipponico, ma sarà l’asfalto a “pronunciare” l’ultima parola. La berlina elettrica di cui si sta parlando è stata sviluppata insieme a una compagnia austro-canadese, Magna, specializzata proprio in progetti del genere per conto terzi. C’è anche un video che è stato diffuso online e che mostra il test condotto lungo un circuito privato e su strade austriache, senza altri dettagli in merito. Lo sviluppo poteva sembrare molto più indietro rispetto ai livelli raggiunti effettivamente, stando a quanto riferito da Sony e dai suoi partner.

I sensori sono diventati 40, un numero più alto del previsto e che dovrebbe consentire un controllo maggiore per quel che concerne le funzioni dell’auto. La grafica del sistema di infotainment, inoltre, sarà diversa se confrontata con le prime indiscrezioni, senza dimenticare l’utilità dell’interfaccia unica. Altre funzioni di Vision-S sono in via di sviluppo; in particolare, si fa grande affidamento sull’assistente vocale e sui vari sistemi di intrattenimento pensati per i passeggeri. C’è poi una telecamera per il monitoraggio di chi occupa l’abitacolo, un dispositivo a dir poco complesso per monitorare le condizioni delle persone. Questo vuol dire che verrò segnalato qualsiasi dopo di sonno e si eviteranno i tipici inconvenienti che si possono facilmente immaginare. Tutta l’elettronica di bordo (e non solo) si evolve continuamente in tempo reale. 

Video prima prova su strada