info

directions_carIl "toro" scatenato di Lamborghini: consegne record nel 2020

Il secondo semestre è stato il migliore di sempre

Urbeaero Urbeaero

Toro scatenato: il celebre film di Martin Scorsese non c’entra nulla, il riferimento deve andare invece al simbolo di Lamborghini, casa automobilistica che ha registrato numeri davvero interessanti nel corso del 2020. I dodici mesi appena trascorsi non sono stati semplici, ma la pandemia non ha impedito al Gruppo di Sant’Agata Bolognese di totalizzare un nuovo record di vendite. Il veicolo che è andato per la maggiore e che ha trainato le cifre è stato senza dubbio Urus, Sport utility vehicle che ha conquistato sempre più simpatie. Ogni singolo mese è stato scandito da appuntamenti che hanno rafforzato progressivamente il marchio. Ad esempio, a gennaio c’è stata la presentazione di Huracán EVO RWD a trazione posteriore in versione coupé. Maggio, invece, è stato il periodo in cui gli appassionati delle quattro ruote hanno scoperto la Huracán EVO RWD Spyder, versione aperta con V10 e trazione posteriore.

È arrivata poi Essenza SCV12, hypercar da pista progettata da Lamborghini Squadra Corse e disegnata dal Lamborghini Centro Stile, in edizione limitata di 40 esemplari. In poche parole, Lamborghini non si è mai fermata e i dati del 2020 confermano questo impegno costante che non era così scontato potesse essere premiato dalla clientela visti i tempi che corrono. In tutto il mondo, l’anno appena trascorso ha fatto segnare 7430 vetture consegnate con questo brand: si tratta di un calo di 9 punti percentuali rispetto a dodici mesi prima, però si può essere ottimisti se si raffronta questo numero con gli altri del settore nel suo complesso. Il secondo semestre, tra l’altro, è stato uno dei migliori in assoluto, addirittura come mai era successo nella seconda metà d’anno per l’azienda emiliana. Il mercato americano, quello tedesco e quello cinese hanno contribuito in grande misura alle ottime performance e saranno senza dubbio fondamentali anche nel 2021.