info

Transport press agency

directions_carVolkswagen pronta a rinunciare a Bugatti, Ducati e Lamborghini?

I motivi sarebbero soprattutto economici

Skoda, Seat, Audi e Porsche: sono queste alcune delle case automobilistiche controllate dal Gruppo Volkswagen, una multinazionale che vanta diversi milioni di auto prodotte ogni anno. Alcuni dei brand di appartenenza, però, non hanno il futuro così certo come altri. Secondo quanto riferito dall’agenzia “Reuters”, infatti, il Gruppo di Wolfsburg avrebbe addirittura intenzione di sbarazzarsi di aziende prestigiose come Bugatti, Ducati e Lamborghini. Per quale motivo? La casa madre si sta facendo delle domande sull’utilità del mantenimento di un marchio invece di un altro, inoltre il consiglio di amministrazione sarebbe pronto a rivedere la strategia sulle compagnie appena citate nel corso delle prossime settimane. 

In aggiunta, Volkswagen vorrebbe avere un assetto molto più agile per ottenere una maggiore capitalizzazione di mercato: le alternative alla vendita sono quelle della partnership e della ristrutturazione. Tra l’altro, c’è un orizzonte temporale a cui guardare con maggiore impegno. Si sta parlando del 2026, anno in cui la casa tedesca abbandonerà le auto tradizionali a combustione, ragione per cui le strategie attuali sono legate a quanto accadrà fra sei anni. Gli investimenti per rendere elettrici i veicoli prodotti da Ducati, Bugatti e Lamborghini non sembrano convenienti, anche se da qui alla fine del 2020 potrebbero esserci nuovi e sorprendenti aggiornamenti. Audi e Porsche sono invece destinati a diventare i brand di punta del Gruppo e su cui concentrare la maggior parte delle attenzioni.