info

directions_boatPerini Navi emette bond a 4 anni per continuità aziendale

In discesa il salvataggio del cantiere toscano

Fincantieri

Perini Navi, cantiere toscano che è tra i principali costruttori al mondo di yacht a vela e a motore, e Fenix Holding, hanno reso noto un accordo per l’emissione di un titolo obbligazionario che vale la pena approfondire. L’intesa è stata raggiunta con due fondi di investimento, vale a dire Blue Skye ed Arena Investors: l’offerta vincolante prevede bond della durata complessiva di quattro anni, mentre l’importo complessivo ammonta a 30 milioni di Euro con la precisazione della pre-deduzione, vale a dire la detrazione preventiva di una determinata somma da un dato ammontare prima di operare su questo successive operazioni contabili. Ora bisogna ottenere un altro risultato di non minore conto. Il giudice del Tribunale di Lucca avrà il compito di autorizzare o meno l’accordo di ristrutturazione che è previsto dall’articolo 182-bis della legge fallimentare.

In questo modo si potrà assicurare la salvaguardia dell’operatività e della continuità aziendale. Lo scorso mese di ottobre sono emerse tutte le difficoltà di questo marchio. Il salvataggio di Perini Navi, infatti, rientra in una joint venture più ampia tra Blue Skye e Arena Investors, che intendono investire in opportunità di ristrutturazione aziendale e di turnaround del mid-market italiano. Il cantiere viareggino intende ripartire in tempi rapidi, garantendo allo stesso tempo la continuità dei siti produttivi della stessa Viareggio e La Spezia, evitando di modificare le concessioni. Il marchio viareggino è specializzato in costruzioni di imbarcazioni a vela che superano i 40 metri di lunghezza. La liquidità è fondamentale per il cantiere toscana, a rischio fallimento e con dati societari non proprio brillanti ormai da due anni. Nel 2018, i ricavi furono pari a 65 milioni di Euro, oltre a un margine operativo lordo negativo per 4,25 milioni ed un debito netto di altri 26 milioni circa.