info

directions_carGuida autonoma: accordo Gm-Microsoft su auto elettriche

La partnership promette molto bene

Urbeaero Urbeaero

Cos’hanno in comune il colosso dell’informatica Microsoft e una delle più grandi compagnie automobilistiche del mondo come General Motors? Apparentemente nulla, ma proprio ieri la società che detiene marchi prestigiosi e famosi come Cadillac e Chevrolet ha fatto sapere di voler collaborare con l’azienda fondata da Bill Gates per realizzare degli ambiziosi veicoli a guida autonoma. Di cosa si tratta nello specifico? La partnership ha già fatto volare in Borsa i rispettivi titoli, con Gm capace di guadagnare addirittura 10 punti percentuali, dato che i tempi per la commercializzazione di queste macchine sembrano davvero rapidi. L’obiettivo è quello di puntare con decisione su Cruise, la sussidiaria di General Motors che si occupa appunto della guida autonoma e del suo sviluppo. È un dato di fatto il nuovo e importante investimento da parte di Microsoft in questa compagnia, per la precisione più di 2 miliardi di dollari, senza dimenticare il coinvolgimento di altri investitori istituzionali.

Anche Honda dovrebbe partecipare al progetto, un altro nome “pesante” che non fa che aumentare l’interesse su quelli che saranno i mezzi del futuro. Inoltre, Gm userà Microsoft come fornitore preferenziale dei servizi cloud. I numeri sono presto detti: si cercherà di lanciare entro il 2025 circa 30 auto elettriche, come sottolineato da Mary Barra, ad di Gm. Quest’ultima fa sul serio e non è un caso che al New York Stock Exchange siano stati registrati numeri da capogiro negli ultimi tempi. Dall’inizio dell’anno, dunque appena tre settimane, la quotazione è cresciuta del 33%, con un totale molto vicino ai 55 dollari e una capitalizzazione pari a 78 miliardi di dollari. Molto ha influito anche la presentazione del nuovo furgone elettrico che dovrebbe essere messo in vendita entro il prossimo mese di dicembre per rivoluzionare la mobilità.