Press
Agency

Washington aumenta dazi su auto cinesi

Esportazioni prodotti del Dragone sottoposte a dure tasse commerciali

Gli Stati Uniti hanno annunciato l'aumento delle tariffe sui prodotti cinesi esportati in America. Colpiti un equivalente di 18 miliardi di dollari di merci realizzate nel Paese del Dragone. L'obiettivo è quello di "proteggere le imprese ed i lavoratori americani" dalla concorrenza ritenuta "sleale" da Washington. Parte di questi dazi riguardano anche i veicoli dei marchi asiatici ed i componenti per il settore automotive.

La Casa Bianca "deve garantire lo stimolo fornito dall'Inflation Reduction Act" per decarbonizzare vari settori industriali statunitensi e "per sostenere queste aziende, assicurando che questi investimenti siano protetti", ha spiegato nelle scorse ore il ministro al tesoro americano, Janet Yellen

Degni di nota sono gli aumenti delle tariffe, compresi fra il 25% ed il 100%, sui semiconduttori (fondamentali per il settore automotive), sui minerali rari e sui prodotti medici. Quadruplicati invece i dazi sui veicoli elettrici. Aumentati del 25% quelli sulle batterie per veicoli. Sono complessivamente circa una dozzina i settori industriali considerati "strategici", colpiti dai dazi di Washington.

Collegate

Confindustria, Bonomi: "Dazi su auto cinesi anche per Ue"

Per il presidente uscente della Confederazione in fatto di industria avanzata e tecnologie l'Europa "perde il treno"

"Da quando Pechino ha lanciato il suo piano 'China 2035' per arrivare al primo posto al mondo nell'industria avanzata e nelle tecnologie, la Casa Bianca ha risposto. Le priorità diventano l'autonomia... segue

Usa confermerà dazi sulle auto cinesi

L'amministrazione Biden potrebbe dare annuncio nei prossimi giorni

Gli Stati Uniti potrebbero presto confermare i dazi sulle importazioni di veicoli prodotti in Cina. È quanto emerge da alcune indiscrezioni a mezzo stampa. Già la prossima settimana il presidente americano J... segue

Suggerite

Crescita continua immatricolazioni auto nei mercati europei (2)

Impennata ad aprile: trend positivo

Positivi tutti e cinque i major market nel mese: Spagna +23,1%, Germania +19,8% e Francia +10,9%, seguiti da Italia (+7,7%) e Regno Unito (+1%), dichiara così in una nota Anfia (Associazione nazionale... segue

Italia valuta ingresso di un secondo produttore di automobili

Investire nella capacità interna: opportunità per il settore nazionale

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, intervenuto su "Radio 24" a "Mattino 24", ha aperto alla possibilità che un secondo produttore di automobili, anche di origine cinese, possa i... segue

Scambi commerciali giapponesi: deficit in aumento per yen debole

Impatto svalutazione moneta su economia e commercio nipponico

Nel mese di aprile, il deficit commerciale del Giappone ha subito un incremento di quasi l'8% rispetto all'anno precedente, causato principalmente dalla debolezza dello yen, che ha fatto lievitare il costo... segue