Press
Agency

Porto Genova: gli uomini che si muovevano nell'ombra

Caso concessione rinnovata per gestire il Terminal Rinfuse

Quando si cerca di fare luce in un caso giudiziario capita che emergano nuove ombre. Un paradosso testimoniato dalle indagini condotte dalla Direzione distrettuale antimafia e della Guardia di Finanza sul presunto sistema di potere e corruzione nella gestione del porto di Genova. Questa contraddizione riguarda in particolare l'affidamento della concessione fino al 2051 del Terminal Rinfuse, uno dei principali dello scalo ligure.

Secondo quanto riferisce il quotidiano "La Verità", nella vicenda della proroga trentennale vari personaggi si sono mossi nell'ombra, alle spalle dell’imprenditore della logistica Aldo Spinelli, del Gruppo Msc guidato dalla famiglia Aponte, del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti. Dalle intercettazioni pubblicate dal giornale emergerebbe la presenza di un uomo dei Servizi segreti, un ex-dipendente di Psa con i suoi referenti.

Nel dettaglio, Alessandro Marenco, presidente del collegio sindacale di Porto Petroli di Genova, e Giorgio Carozzi, membro del comitato di gestione del porto, avrebbero remato contro la proroga della concessione del terminal Rinfuse. Questo sarebbe potuto finire nelle mani della società terminalista Psa di Singapore. Sulla struttura erano in lizza anche i concorrenti italiani Aponte e Spinelli. Poi l'ha spuntata Aponte. "Che parte recitano in commedia Carozzi e Marenco?", chiede il quotidiano.

Collegate

Caso Toti: sentito Aponte

Il fondatore di MSC non è indagato, audito in qualità di teste

Sentito nelle scorse ore come persona informata sui fatti l'armatore Gianluigi Aponte, a capo del Gruppo marittimo Mediterranean Shipping Company (MSC). A sentire le sue dichiarazioni i pubblici ministeri... segue

Porti liguri: sindacati chiedono tutela lavoratori

Caso Toti, Fit Cisl: "In questa triste vicenda dipendenti si sono sentiti soli"

Tutelare i lavoratori e l’immagine dell’authority marittima dalle vicende di cronaca che stanno coinvolgendo in modo "diretto e pervasivo tutta l’attività posta in essere dall’ente negli ultimi anni" ne... segue

Giovanni Toti (2) affronta le accuse con fermezza

Stefano Savi difende la posizione del presidente

Il legale Stefano Savi, rappresentante di Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria recentemente arrestato su accuse di corruzione, ha condiviso alcune osservazioni con i media. Secondo Savi, il... segue

Tangenti nel porto di Genova: arrestato Toti

Presidente Regione ai domiciliari con accuse di corruzione e voto di scambio

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, è agli arresti domiciliari con l'accusa di corruzione. È il frutto delle indagini condotte dalla Direzione distrettuale antimafia e della Guardia di F... segue

Suggerite

Porto di Genova: dimissioni di Piacenza quale commissario Adsp

Rientra nel ruolo di segretario generale per affiancare il suo successore

Paolo Piacenza ha convenuto con il Mit (ministero Infrastrutture e trasporti) le proprie dimissioni dal ruolo di commissario straordinario dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale. Pa... segue

Porto di Ancona: presentazione avviso per nuovo terminal passeggeri

Per affidamento attività progettazione, costruzione e gestione -ALLEGATI

Un nuovo grande passo per la costruzione del porto del futuro. L’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale ha emanato un “Avviso di consultazione preliminare di mercato per l’affidamento delle... segue

Lo scontro con gli operatori sull'extra-tariffa

Associazioni autotrasportatori ai ferri corti con operatori marittimi

Trattativa tesa a Genova sui costi extra previsti nel nuovo contratto fra operatori portuali ed autotrasportatori. Gli spedizionieri Spediporto e Fedespedi avevano chiesto di congelare per un mese l'ipotesi... segue