info

trainLa stazione di Taggia a disposizione per la somministrazione dei vaccini

Concessi in comodato d’uso gratuito da FS 160 metri quadrati

Ferrovie dello Stato Italiane

La stazione ligure di Taggia, in provincia di Imperia, si trasforma in punto vaccinale grazie ad un accordo tra Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) e l’ASL 1. Ferrovie dello Stato ha voluto essere al fianco degli Enti che stanno organizzando passo dopo passo la battaglia contro il virus concedendo in comodato d’uso gratuito 160 m2, attualmente inutilizzati, all’interno della stazione di Taggia su richiesta dell’ASL. Gli spazi comprensivi dei servizi igienici sono in corso di adeguamento a cura dell’ASL ligure per essere adatti all’utilizzo garantendo percorsi separati di entrata ed uscita delle persone, aree per il colloquio con i sanitari, per la registrazione, per la somministrazione dei vaccini, nonché una zona per la sorveglianza post-somministrazione. La location della stazione ferroviaria rende particolarmente agevole il raggiungimento dei locali grazie al trasporto pubblico locale, ad un ampio parcheggio di interscambio e agli oltre 50 collegamenti ferroviari che partono e arrivano dalla stazione di Taggia. Questo nuovo servizio non condizionerà l’accesso alla stazione e l’utilizzo da parte dei viaggiatori. La stazione di Taggia-Arma è una stazione ferroviaria posta sulla ferrovia Genova-Ventimiglia al chilometro 124+942. Si trova tra la località Taggia e la frazione Arma di Taggia posta più a sud. È stata attivata il 27 settembre 2001 in concomitanza col raddoppio del tratto ferroviario tra San Lorenzo al Mare e Bordighera, realizzato in variante con spostamento a monte della linea. Nello stesso momento in cui c’è stata l'attivazione del nuovo scalo è stata soppressa la vecchia stazione posta in località Arma di Taggia e sede del Museo Ferroviario Ligure dall'ottobre 1988 a settembre 2001; l'area è stata successivamente ceduta a privati nel 2015.