Vaccini anti-covid nella stazione ferroviaria di Busalla

Spazi concessi in comodato d'uso gratuito da Fs

Dopo Taggia e a pochi giorni dall'annuncio che Roma Termini diventerà un centro vaccinale, anche la stazione di Busalla, in provincia di Genova, si trasforma in uno spazio per la somministrazione dei vaccini anti-Covid grazie a un accordo tra RFI, Comune e ASL. L'intesa firmata dalla società del Gruppo FS prevede la concessione in comodato d'uso gratuito del primo piano del fabbricato della stazione, 484 metri quadri che saranno adibiti ad aree per il colloquio con i sanitari, la registrazione, la somministrazione dei vaccini e la sorveglianza post-somministrazione. Gli spazi, a disposizione del Comune fino a novembre 2021, sono in corso di adeguamento da parte dell'ASL per renderli idonei alla somministrazione dei vaccini. La stazione ferroviaria di Busalla, inaugurata nel 1853, sorge a Busalla in piazza Malerba, e si trova sulla linea Torino - Genova. L'impianto è servito da treni regionali svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Liguria. Nel caso già citato di Taggia, la location della stazione ferroviaria rende particolarmente agevole il raggiungimento dei locali grazie al trasporto pubblico locale, ad un ampio parcheggio di interscambio e agli oltre 50 collegamenti ferroviari che partono e arrivano dalla stazione ligure. Ferrovie dello Stato ha voluto essere al fianco degli Enti che stanno organizzando passo dopo passo la battaglia contro il virus concedendo in comodato d’uso gratuito diverse strutture, come sta emergendo ormai da diverse settimane. Gli spazi comprensivi dei servizi igienici sono in corso di adeguamento a cura dell’ASL ligure per essere adatti all’utilizzo garantendo percorsi separati di entrata ed uscita delle persone, aree per il colloquio con i sanitari, per la registrazione, per la somministrazione dei vaccini, nonché una zona per la sorveglianza post-somministrazione.