info

Transport press agency

directions_carEsenzione bollo auto per redditi bassi in Sicilia

La delibera è stata presentata dall'assessore all'Economia

Dieci o più anni dall’immatricolazione: è questo il requisito che devono dimostrare i proprietari di autovetture che risiedono in Sicilia intenzionati a ottenere l’esenzione dal bollo. La delibera è stata presentata da Gaetano Armao, assessore regionale all’Economia, il quale ha pensato di eliminare il pagamento del bollo auto nel caso di redditi bassi. Ma cosa si intende esattamente con l’aggettivo “bassi”? Il testo normativo parla di somme non superiori ai 15 mila Euro, un aiuto sostanzioso in favore di chi non percepisce retribuzioni elevate. Inoltre, verrà prevista una graduatoria ben precisa, stilata in seguito alla presentazione dell’apposita domanda. L’agevolazione rientra tra quelle di una “finanziaria” più ampia che ha messo a disposizione circa 22 milioni di Euro. 

Lo stesso tipo di esenzione non riguarda soltanto i privati cittadini. In effetti, Armao ha pensato anche alle associazioni di volontariato e a quelle di protezione civile che risultano iscritti nei loro registri regionali. In questo caso, comunque, occorre dimostrare l’impiego del veicolo esclusivamente per fini sociali, sanitari e di soccorso, come è facile immaginare. Come si presenta nello specifico la domanda? Si deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec), quindici giorni dopo la pubblicazione della delibera stessa. Secondo quanto riferito dall’assessore, infine, questa misura e le altre di sostegno fiscale sono state riconosciute da Bruxelles tra le più significative a livello europeo.