info

Transport press agency

trainSalcef Group fa shopping ed entra nel mercato nordamericano

L'azienda specializzata in infrastrutture ferroviarie ha acquistato negli Usa Delta Railroad

Salcef, una delle eccellenze italiane dell'industria ferroviaria, ha acquistato il 90% dell'americana Delta Railroad Construction. L'acquisizione, realizzata attraverso la controllata Salcef Usa, è stata garantita al 60% da Sace nell'ambito della sua attività di supporto alle imprese italiane all'estero: costata 36,14 milioni di dollari, è stata finanziata con mezzi propri Salcef e con il trasferimento di 23,9 milioni di euro finanziati da UniCredit tramite un acquisition loan. Delta Railroad Construction è una società americana con sede in Ohio, attiva dal 1957 negli Stati Uniti e in Canada nel settore delle costruzioni e manutenzioni di impianti e macchinari ferroviari. con questa acquisizione, si legge in una nota di Salcef, consente alla società di perseguire la propria strategia di crescita per linee esterne, tramite l'ingresso nel mercato nordamericano.

"Siamo orgogliosi di avere perfezionato quella che consideriamo la più rilevante acquisizione effettuata dal nostro gruppo negli ultimi anni. Delta è una delle più note società operanti nel Nord America nel settore delle costruzioni ferroviarie. Riteniamo che le sinergie tra Salcef e Delta possano essere, nel medio termine, estremamente rilevanti, sia nel settore dell'armamento ferroviario, sia nella produzione di macchinari e materiali ferroviari", spiega Gilberto Salciccia, presidente di Salcef.

L'azienda romana, quotata da un anno circa all'Mta di Borsa Italiana, ha chiuso i primi sei mesi del 2020 con ricavi per 150,2 milioni di euro (dai 139,7 milioni dello stesso periodo 2019) e con ebitda a 36,4 milioni con miglioramento dai 29,8 milioni dei primi sei mesi del'anno passato.

"L'acquisizione di Delta da parte di Salcef Group è un'ulteriore testimonianza della grande vicinanza di UniCredit alle aziende italiane. Con questo finanziamento supportiamo un'azienda che in un contesto complesso come quello attuale ha deciso di perseguire una strategia di crescita, puntando sul mercato nord americano. Come banca siamo sicuri che la grande tradizione e la forza commerciale che contraddistingue le imprese italiane e che ha permesso il superamento anche di altre crisi, costituiscono una solida base per la ripartenza, cogliendo anche le opportunità di trasformazione e crescita rese necessarie dal nuovo contesto generatosi dopo l'emergenza Covid-19"

sottolinea Andrea Casini, co-ceo Commercial Banking Italy di UniCredit.