info

directions_carBrennero, Confetra approva Drive Through per autotrasportatori in transito

Confederazione ha chiesto ripensamento corridoi "verdi" Ue

"Abbiamo molto apprezzato la reattività del Governo che ha immediatamente disposto l'apertura dei Drive Through Difesa per permettere ai trasportatori in transito al valico del Brennero di poter effettuare il tampone" afferma il responsabile della commissione autotrasporto di Confetra (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica), Mauro Nicosia. "Tuttavia ci troviamo in una condizione nella quale la competitività del nostro sistema produttivo è ancora una volta messa in seria difficoltà da scelte che impongono soluzioni strutturali. La scelta del Governo austriaco di impedire il transito ai trasportatori che non hanno effettuato il Covid Test entro le 48 ore precedenti rischia, come nelle scorse ore, di mettere in ginocchio il sistema dei trasporti del paese. Ma anche l'aumento indiscriminato dei costi di attraversamento dei trafori del Frejus e del Monte Bianco rischiano di compromettere la capacità esportativa del nostro Paese. Occorre quindi", continua Nicosia "per affrontare la questione dell'attraversamento dell'arco alpino, ritornare ai principi che hanno ispirato i corridoi verdi Ue per permettere il libero transito delle merci italiane verso i paesi del centro e nord Europa garantirne quindi il libero accesso in quei mercati verso i quali si sviluppa gran parte dell'export nazionale".

Proprio di recente, il presidente di Confetra, Guido Nicolini, ha chiesto di valutare la possibilità che il proprio personale sia quanto prima coinvolto nella campagna vaccinale al pari di altre categorie professionali ‘indispensabili’ allo svolgimento delle funzioni fondamentali della civile ordinaria vita quotidiana. La lettera è stata rivolta ai rappresentanti governativi di allora, il premier Giuseppe Conte, il ministro della Salute Roberto Speranza, il ministro dei Trasporti Paola De Micheli e il commissario straordinario per emergenza covid-19 Domenico Arcuri. Non è escluso che un appello del genere sia rinnovato dopo la formazione del nuovo Governo guidato da Mario Draghi: Speranza ed Arcuri sono ancora ai loro posti, mentre dovrà essere coinvolto lo stesso ex governatore della Bce e il nuovo ministro dei Trasporti, Enrico Giovannini.